⋯
La sessualità non può essere il centro di nessuno, pena la sua morte e depravazione e inibizione e tristezza in genere, essa è uno sfioramento costante e diffuso in ogni momento della nostra giornata; in verità la sessualità è anch’essa un aspetto della sensualità nella sua versione sublimale in cui tutti i sensi, più uno, il senso del bisogno dell’altro e del desiderio per l’altro, si fondono in concerto; essa non è lo sfondamento, lo scontro, la soluzione finale, il raptus, lo sfogo in cui l’altro è la sentina momentanea di tutte le frustrazioni di una vita da coglione o da figalessa.

Crediti
 • Aldo Busi •
 • Pinterest •   •  •

Similari
 ⋯ Le origini romantiche della psicoanalisi e l’obiezione di Nietzsche
120% ArticoliPsicologiaUmberto Galimberti
A differenza di tutti i popoli della terra, l’uomo occidentale un giorno ha detto Io. L’ha annunciato Platone e l’ha esplicitato Cartesio. La psicologia ha catturato questa parola e ne ha fatto il centro della soggettività, dispiegando una visione del mon⋯

 ⋯ Introduzione all’Antiedipo
84% Alessandro FontanaArticoliPsicologia
Si immagini la storia come una massa globulare, una nebulosa, con oggetti puntuali inegualmente distribuiti e stati d’intensità differenziali: insieme aleatorio e stocastico più che continuo statistico. Il presente allora non sarebbe spesso che la derivat⋯

 ⋯ Fu l’età dei Lumi a condannare la pratica del biblico Onan
79% ArticoliPsicologiaUmberto Galimberti
Condannata, sublimata, elogiata, la masturbazione, per una sorta di ironia della storia, incrina la venerabilità dell’Età dei Lumi, giustamente considerata età della ragione, che lascia finalmente alle sue spalle il buio dei secoli precedenti oscurati da ⋯

⋯  ⋯Il cristallo si vendica
40% ArticoliJean BaudrillardPsicologia
La psicoanalisi ha privilegiato un aspetto della nostra vita, e ci ha nascosto l’altro. Ha sopravvalutato una delle nostre nascite, la nascita biologica e genitale, e ha dimenticato l’altra, la nascita iniziatica. Ha dimenticato che se ci sono due esseri ⋯

⋯ ⋯Desiderio mimetico
40% PsicologiaRené Girard
Un esempio straordinario di desiderio mimetico si trova nel quinto canto dell’Inferno di Dante – nell’episodio di Paolo e Francesca. Come sappiamo, è Francesca a raccontare la storia del loro innamoramento. Francesca è la sposa del fratello di Paolo e ini⋯

Aëla Labbé ⋯ Il corpo è desiderabile
40% PsicologiaUmberto Galimberti
La sessualità non è carne, è desiderio. Ciò a cui tende, non è l’eiaculazione, ma è l’incontro con l’altro, perché solo desiderando l’altro o sentendomi oggetto di desiderio altrui, io mi scopro come essere sessuato. La distinzione tra amore e perversione⋯