Calunnia
Se si seguono le tracce di una calunnia veramente infame, non se ne cerchi mai l’origine presso i propri nemici schietti e dichiarati; se infatti escogitassero sul nostro conto qualcosa del genere, in quanto nemici non troverebbero credito. Ma coloro ai quali abbiamo giovalo moltissimo per un certo periodo, ma che per qualche ragione possono nutrire la segreta certezza di non ricavar più nulla da noi — quelli sono in grado dì far circolare l’infamia: essi trovano credito, innanzitutto perché si suppone che non inventerebbero nulla che potesse danneggiare loro stessi; inoltre perché ci hanno conosciuto più da vicino. — Per consolarsi, la persona così malamente calunniata può dire: le calunnie sono malattie altrui che scoppiano sul tuo corpo; esse dimostrano che la società è un unico corpo (morale), sicché tu puoi intraprendere su di te la cura che dovrà giovare agli altri.

Crediti
 • Friedrich Nietzsche •
 • SchieleArt •   •  •

Similari
 ⋯ Il caso Nietzsche
260% ArticoliFilosofiaGianni Vattimo
Nietzsche, accompagnato dalla sua cattiva reputazione di pensatore dei nazisti, fu poi riconsiderato, agli inizi degli anni ’60 del ventesimo secolo, da quel movimento che prese il nome: Nietzsche-Renaissance o il rinascimento nietzscheano, e soprattutto ⋯

Friedrich NietzscheUn nuovo chiarimento della questione “Nietzsche e Stirner”
85% ArticoliBernd A. LaskaFilosofia
Da giovane ho incontrato una pericolosa divinità e non vorrei raccontare a nessuno ciò che allora ho provato — tanto di buono quanto di cattivo. Così ho imparato a tacere, come pure che bisogna imparare a parlare, per ben tacere, che un uomo che vuole te⋯

 ⋯ Che cos’è l’uomo
72% ArticoliFilosofiaJózef Maria Bocheński
Rifletteremo ora sull’uomo. A suo riguardo i problemi filosofici sono così numerosi, che ora non è possibile nominarli tutti. La nostra meditazione si riferirà perciò necessariamente solo ad alcuni di essi. Prima di tutto, con i grandi pensatori del passa⋯

 ⋯ Filosofia e rivoluzione: il testo, il contesto e la trama
70% ArticoliFilosofiaRaimon Panikkar
“Philosophy and Revolution: the Text, the Context and the Texture” è un articolo che Panikkar ha pubblicato nel luglio del 1973 sulla rivista di studi interculturali «Philosophy East and West», vol. 23, n° 3, pp. 315-322. Mai apparso in traduzione italian⋯

Egon Schiele ⋯ SunflowerL’essenza del testo
57% ArticoliElena CarusoLinguaggioSchiele Art
Barthes attraverso Il piacere del testo analizza le ragioni che spingono il lettore ad avvicinarsi ad un testo con un atteggiamento cannibalesco, quasi ne volesse divorare il tessuto, l’essenza. Cosa spinge il lettore a leggere fino a farsi del male! Fino⋯

 ⋯ Perché le cose hanno contorni?
51% ArticoliFilosofiaMaria RocchiRoberto Bertilaccio
Materiali per una riflessione sul “contesto” in Gregory Bateson P: C’era una volta un artista molto arrabbiato che scribacchiava cose di ogni genere, e dopo la sua morte guardarono nei suoi quaderni e videro che in un posto aveva scritto: ‘I savi vedono i⋯