Madre e figlia
Se c’è qualcosa che desideriamo cambiare nel bambino, dovremmo prima esaminarlo bene e vedere se non è qualcosa che faremmo meglio a cambiare in noi stessi.

Crediti
 • Carl Gustav Jung •
 • SchieleArt •  Madre e figlia • 1913 •

Similari
Egon Schiele ⋯ Portrait of Arthur RoesslerL’ordine nasce dalla comprensione del disordine
73% Jeanne de SalzmannSchiele Art
Se desidero conoscere me stesso, è necessario prima di tutto che la mia mente sia capace di osservare senza distorsioni. Devo convincermi delle deviazioni che mi impediscono di osservare me stesso: questo tipo di osservazione è l’inizio della conoscenza d⋯
Egon Schiele ⋯ Donna seduta con un corsetto e stivaliTi vogliono bene
46% Marisina VescioPoesieSchiele Art
Le persone ti vogliono bene solo se puoi essere loro utile in qualche modo. Disegni qualcosa che a loro può tornare utile, ti vogliono bene. Cucini qualcosa che a loro può tornare utile, ti vogliono bene. Dici qualcosa che a loro può tornare utile, ti vog⋯
Egon Schiele ⋯ Old GableFermi! Cambiamo strada!
43% Schiele ArtTiziano Terzani
La cosa più terribile, per un uomo della mia età, è sentirsi Cassandra e accorgersi di aver ragione. È così ovvio che stiamo andando verso l’abisso. E la guerra è una scorciatoia, ma ci saremmo arrivati comunque, ecologicamente, socialmente, da tutti i pu⋯
Painter Egon SchieleSarebbe un peccato se le donne scrivessero come gli uomini
43% Schiele ArtVirginia Woolf
Sarebbe mille volte un peccato se le donne scrivessero come gli uomini o vivessero come gli uomini o assumessero l’aspetto di uomini, perché se due sessi sono insufficienti, considerata la vastità e varietà del mondo, come faremmo mai con uno solo?
Egon Schiele ⋯ Ah sì?
42% Mujū IchienRaccontiSchiele Art
Il maestro di Zen Hakuin era decantato dai vicini per la purezza della sua vita. Accanto a lui abitava una bella ragazza giapponese, i cui genitori avevano un negozio di alimentari. Un giorno, come un fulmine a ciel sereno, i genitori scoprirono che era i⋯
Egon Schiele ⋯ Dialogo Zen
42% FilosofiaMujū IchienSchiele Art
Gli insegnanti di Zen abituano i loro giovani allievi a esprimersi. Due templi Zen avevano ciascuno un bambino che era il prediletto tra tutti. Ogni mattina uno di questi bambini, andando a comprare le verdure, ncontrava l’altro per la strada. «Dove vai?»⋯