Capacità di riuscire davvero a concentrarsi
Per essere un buon carpentiere, un buon cuoco, un buon filosofo, un buon medico, oppure semplicemente per essere vivi, il primo presupposto è indubbiamente la capacità di riuscire davvero a concentrarsi su qualcosa. Il che significa che nulla mi deve impegnare al di fuori di ciò su cui dirigo la mia attenzione.

Crediti
 • Erich Fromm •
 • L'arte di ascoltare •
 • SchieleArt •   •  •

Similari
 ⋯ Il caso Nietzsche
438% ArticoliFilosofiaGianni Vattimo
Nietzsche, accompagnato dalla sua cattiva reputazione di pensatore dei nazisti, fu poi riconsiderato, agli inizi degli anni ’60 del ventesimo secolo, da quel movimento che prese il nome: Nietzsche-Renaissance o il rinascimento nietzscheano, e soprattutto ⋯

 ⋯ L’esperienza e la verità
250% Carlo SiniFilosofia
Il dibattito sulla oggettività e il cosiddetto pensiero forte del nuovo realismo ha trovato ampio spazio soprattutto sul quotidiano «la Repubblica». Può essere utile partire di qui, perché è vero che gli articoli di giornale non consentono quella articola⋯

 ⋯ Dall’autorganizzazione alla comunizzazione
210% ArticoliAutori VariPolitica
Designare la rivoluzione come comunizzazione è dire questa cosa abbastanza banale, che l’abolizione del capitale è l’abolizione di tutte le classi, compreso il proletariato, e non la sua liberazione, il suo ergersi a classe dominante che organizza la soci⋯

wall-art jazz-trioImprovvisazione sull’improvvisazione
201% ArticoliJean-Luc Nancy
Che rapporto sussiste tra la struttura dell’improvvisazione e la struttura della riflessione filosofica? Si può improvvisare quando si fa filosofia? Il testo di Jean-Luc Nancy, inedito, è una sua improvised lecture on improvisation tenuta nel 2014 presso ⋯

 ⋯ Impero, vent’anni
198% Autori VariPolitica
Vent’anni fa, quando è stato pubblicato il nostro libro Impero, i processi economici e culturali della globalizzazione erano al centro della scena: tutti potevano vedere che stava emergendo qualcosa come un nuovo ordine mondiale. Oggi la globalizzazione è⋯

 ⋯ Sapere di non essere
175% IneditiSergio Parilli
Ho rivisto finalmente a Julián. Veniva da altri mondi non sconosciuti per lui, visto che è riuscito a tornare senza bussola. Non era tenuto a tornare, anche perché se stava bene dove era arrivato poteva restarci in eterno, visto che era previsto un viaggi⋯