⋯
Chi crea si basa sul proprio giudizio, il parassita segue l’opinione degli altri;
chi crea pensa, il parassita copia;
chi crea produce, il parassita ruba;
chi crea tende alla conquista della Natura, il parassita alla conquista dell’uomo;
a chi crea va data indipendenza egli non comanda e non serve nessuno, tra lui e gli altri c’è un libero scambio, una libera scelta, il parassita cerca il potere e cerca di livellare gli uomini in un’azione comune, una comune schiavitù e pretende che l’uomo debba essere uno strumento ad uso degli altri, debba pensare come pensano gli altri, agire come gli altri, che debba annullarsi in una servitù senza gioia;
guardate la storia, ogni conquista, ogni bene che possediamo, deriva dall’opera indipendente di una mente indipendente;
ogni barbarie o decadenza nasce dal tentativo di fare degli uomini automi senz’anima e senza cervello, senza diritti personali, volontà, speranza, dignità.

Crediti
 • Ayn Rand •
 • La fonte Meravigliosa •
 • Pinterest •   •  •

Similari
⋯  ⋯Sexistenza
105% Anna Maria TocchettoFrammentiJean-Luc Nancy
Esiste l’amore in tutta la sterminata estensione del termine, l’amore senza confini, l’amore per l’umanità, il mondo, la musica, il mare o la montagna, la poesia o la filosofia, che è essa stessa amore della sapienza. Non è così? Quest’ultima, a sua volta⋯
Octavian FlorescuIntimità aperta
80% FrammentiMaria Lo Conti
Kafka individuava il momento esatto in cui la scrittura ha potuto trasformarsi per lui in letteratura: il momento in cui ha potuto sostituire “Io” con “Egli”. Quando lo scrittore priva l’opera dell’ingombro della propria persona, quando ha la forza di imp⋯
 ⋯ Volonté de puissance
35% FrammentiWolfgang Müller-Lauter
E sapete voi cosa è per me «il mondo»? Devo mostrarvelo nel mio specchio? Questo mondo è un mostro di forza, senza principio, senza fine, una quantità di energia fissa e bronzea, che non diventa né più grande né più piccola, che non si consuma, ma solo si⋯
⋯  ⋯Tirannia, Democrazia e Anarchia
31% FrammentiMaksim Gorkij
La Terra è il teatro di una lotta tra il Nero e il Rosso. La forza del Nero è la sua sete insaziabile di regnare sugli uomini. Crudele, avido e cattivo egli ha disteso sul mondo le sue ali pesanti e avviluppato tutto il globo nell’ombra gelida del suo ter⋯
⋯ Ritratto di Guy de Maupassant ⋯Era necessario amarla
30% FrammentiGuy de Maupassant
Conosceva bene tutto questo, la combattente! Spessissimo, muovendosi con passo felino e animata da un’inesauribile curiosità, aveva indotto quello stesso male segreto e torturatore negli occhi degli uomini che era riuscita a sedurre! La divertiva molto se⋯
Markus SchinwaldMovimento illimitato
27% FrammentiMaria Lo Conti
Fra i teorici del romanzo, le espressioni per definire il medesimo vizio – scrivere – si moltiplicano all’infinito. Tra queste ce n’è una del critico e filosofo francese Maurice Blanchot che dice: “Scrivere è scongiurare gli spiriti, è forse liberarli con⋯