Egon Schiele ⋯
Chi sei tu, invisibile essere, che sempre a me scendi per la scala d’argento della luna, recandomi i doni celesti dell’amore? Sei forse l’eco di una armonia che cessò sulla terra o il motivo, come credo piuttosto, di una non ancor cominciata? E allora, o idea gentile, che aleggi nell’aria che io aspiro o nuoti nell’etere nel quale è tuffato l’opaco nostro pianeta, perché tardi a posarti in questo punto che si chiama vita, e non scegli o non subisci, anche tu, una forma abbracciabile, intanto che ho braccia per stringerti? Ma io conosco chi sei. Io ti vedo attraverso i tempi e già brilli nel mio equatoriale come stella distante da me anni e secoli, e, insieme, vicina pochi minuti secondi. Sei la cara fanciulla che troverà questo minimo libro, e, leggendolo, sospirerà dell’amore ond’io gemo scrivendolo. Io non sarò allora che quanto tu fosti – polve ed ombra – tuttavia, non lamentarti… non lamentiamoci. La vita umana ha radici nel profondo passato e rami e fronde nel più remoto avvenire; l’anima non è in noi solamente ma intorno a noi, e amore non sa confini. Finché io a te penso e tu a me, non potremo mai dire che amore ci manchi. In questo stesso momento – unico per tutti e due – in cui io scrivo e tu leggi, le anime nostre s’incontrano, si riconoscono, si fondono in un bacio schioccante, che non ha fine.

Crediti
 • Carlo Dossi •
 • SchieleArt •   •  •

Similari
Il caso Nietzsche
289% ArticoliFilosofiaGianni Vattimo
Nietzsche, accompagnato dalla sua cattiva reputazione di pensatore dei nazisti, fu poi riconsiderato, agli inizi degli anni ’60 del ventesimo secolo, da quel movimento che prese il nome: Nietzsche-Renaissance o il rinascimento nietzscheano, e soprattutto ⋯
La sfera delle stelle fisse
187% AstrofisicaMargherita Hack
Cos’è l’universo? Beh, l’universo è tutto quello che possiamo osservare.Certo che l’universo degli antichi era molto, ma molto più piccolo, molto più casereccio del nostro: c’era la Terra al centro, la Luna, il Sole, i pianeti fissi su delle sfere cristal⋯
Un nuovo chiarimento della questione “Nietzsche e Stirner”
158% ArticoliBernd A. LaskaFilosofia
Da giovane ho incontrato una pericolosa divinità e non vorrei raccontare a nessuno ciò che allora ho provato — tanto di buono quanto di cattivo. Così ho imparato a tacere, come pure che bisogna imparare a parlare, per ben tacere, che un uomo che vuole te⋯
Sapere di non essere
127% IneditiSergio Parilli
Ho rivisto finalmente a Julián. Veniva da altri mondi non sconosciuti per lui, visto che è riuscito a tornare senza bussola. Non era tenuto a tornare, anche perché se stava bene dove era arrivato poteva restarci in eterno, visto che era previsto un viaggi⋯
Dall’autorganizzazione alla comunizzazione
120% ArticoliPolitica
Designare la rivoluzione come comunizzazione è dire questa cosa abbastanza banale, che l’abolizione del capitale è l’abolizione di tutte le classi, compreso il proletariato, e non la sua liberazione, il suo ergersi a classe dominante che organizza la soci⋯