Bending woman with head bowed and crossed hands
Son forse un poeta?
No, certo.
Non scrive che una parola, ben strana,
la penna dell’anima mia:
follia.
Son dunque un pittore?
Neanche.
Non ha che un colore
la tavolozza dell’anima mia:
malinconia.
Un musico, allora?
Nemmeno.
Non c’è che una nota
nella tastiera dell’anima mia:
nostalgia.
Son dunque… che cosa?
Io metto una lente
davanti al mio cuore
per farlo vedere alla gente.
Chi sono?
Il saltimbanco dell’anima mia.

Crediti
 • Aldo Palazzeschi •
 • SchieleArt •  Bending woman with head bowed and crossed hands • 1918 •

Similari
 ⋯ Ricomincia
63% PoesieSan Leone Magno
Non ti arrendere mai,neanche quando la fatica si fa sentire,neanche quando il tuo piede inciampa,neanche quando i tuoi occhi bruciano,neanche quando i tuoi sforzi sono ignorati,neanche quando la delusione ti avvilisce,neanche quando l’errore ti scoraggia,⋯

Egon Schiele ⋯ Sono del tutto innocente
60% Franz KafkaSchiele Art
– Lei è innocente? – Sì, – disse K. Questa risposta gli diede addirittura gioia, soprattutto perché era rivolta a un privato, e quindi non comportava alcuna responsabilità. Nessuno lo aveva ancora interrogato in modo così esplicito. Per assaporare questa ⋯

Caspar David Friedrich ⋯ Zwei Männer am Meer, Gemälde vonSquallida solitudine
43% NovalisPoesie
Qual mai vivente dotato di sensi non ama, sovra tutte le splendide apparenze dello spazio che intorno gli dilaga, la Luce giocondissima con le sue tinte, i raggi, i flutti; e con la dolce onnipresenza sua, squillante giorno? Come la piú riposta anima dell⋯

Egon Schiele ⋯ Donna SedutaLa donna seduta
33% Anna MartinenghiSchiele Art
La stanza è buia ormai; forse la lampada si è spenta o il sole è tramontato fuori dalla finestra aperta. Con un occhio solo è difficile distinguere i particolari. Vorrei i suoi occhiali neri, per vedere meglio, ma so che non mi darà questa soddisfazione. ⋯

Egon Schiele ⋯ L’anima mi scende come un novembre umido e piovigginoso
33% FotografiaHerman MelvilleSchiele Art
È un modo che ho di cacciare la malinconia e di regolare la circolazione. Ogni volta che m’accorgo di atteggiare le labbra al torvo, ogni volta che nell’anima mi scende come un novembre umido e piovigginoso, ogni volta che mi accorgo di fermarmi involonta⋯

Egon Schiele ⋯ La pazienza porta l’esperienza
33% Egon SchieleSchiele Art
La passività o la pazienza eccessiva finiscono nel ridicolo come l’impazienza; la pazienza della pecora, contrassegnata anzitutto dalla placidità nel sangue. La malinconia porta la pazienza, la pazienza porta l’esperienza, l’esperienza porta la speranza e⋯