Confini invisibili

Uno spazio assoluto, si direbbe. Fatto invece proprio di quei divieti, di quei confini invisibili, così simili ai lacci della metrica, ai puri anelli della rima.
La memoria vi insiste a volte sino al tormento, come intorno a un’estasi negata. […] può essere musica inafferrabile, voce dietro multiple porte, parola o lingua perfetta che nell’atto di scriverla si cancella.
Da tali sogni ci si ridesta con una desolazione più feroce del rapimento.

Crediti
 • Cristina Campo •
 • Gli imperdonabili •
  • In medio Coeli •
 • SchieleArt •   •  •

Similari
Egon Schiele ⋯ La visita al convalescente
48% PoesieRoberto BolañoSchiele Art
È il 1976 e la Rivoluzione è stata sconfitta ma noi ancora non lo sappiamo. Abbiamo 22, 23 anni. Io e Mario Santiago camminiamo lungo una strada in bianco e nero. Alla fine della strada, in un palazzo che sembra uscito da un film degli anni Cinquanta c’è ⋯
Egon Schiele ⋯ SunflowerL’essenza del testo
47% ArticoliElena CarusoLinguaggioSchiele Art
Barthes attraverso Il piacere del testo analizza le ragioni che spingono il lettore ad avvicinarsi ad un testo con un atteggiamento cannibalesco, quasi ne volesse divorare il tessuto, l’essenza. Cosa spinge il lettore a leggere fino a farsi del male! Fino⋯
Egon Schiele  ⋯ Tote StadtAmo appassionatamente la notte
34% Guy de MaupassantSchiele Art
L’amo come si ama la patria o l’amante, di un amore istintivo, profondo, invincibile. L’amo con tutti i miei sensi, con gli occhi che la vedono, con l’odorato che la respira, con le orecchie che ne ascoltano il silenzio, con tutta la mia carne che le tene⋯
Egon Schiele ⋯ Saint Sebastian - self-portraitLa voce libera dalla rappresentazione
32% LinguaggioMaurice BlanchotSchiele Art
La voce fa del poeta non più qualcuno che scriva dei versi secondo l’ordine del bello, ma qualcuno che sente e si consuma lui stesso nell’intelligenza d’una comunicazione immediata. La voce libera dalla parola annuncia una possibilità anteriore ad ogni di⋯
Egon Schiele ⋯ Clown dell’ego
31% AnonimoPoesieSchiele Art
Ah la morte, tetra e cupa è la morte, ma chi ne viene infetto crede di veder caroselli cinti di fiori da camposanto. Essi gongolano ogni volta che si illudono di aver messo a posto la coscienza recandosi al lavoro con buoni pasto in tasca, per far felici ⋯
Egon Schiele ⋯ Le tue decisioni tragiche
31% Julio CortázarSchiele Art
E sì, pare che sia così, pare che te ne sia andata dicendo non so cosa, che andavi a gettarti nella Senna, qualcosa di simile, una di quelle frasi da notte fonda, mescolate a lenzuola e a bocca impastata, quasi sempre nel buio o con qualcosa come mano o p⋯