Congresso di tutti i popoliNell’anno 2030 la federazione asiatica comprendeva la maggior parte di quel continente dalla Siria alle Indie ed alla China. Le maggiori varietà di stirpi e di lingue e di razze vi si incontravano per l’eguale ricchezza di agricoltura, di industria e di scienza pratica. La strada ferrata corse quell’anno la prima volta da Stoccolma a Pechino e da Pietroburgo a Calcutta.
Allora si pensò ad un congresso di tutti i popoli del mondo, cioè delle tre gran federazioni: l’europea, l’americana e l’asiatica. Quel congresso si raccolse a Costantinopoli sotto la presidenza di Adolf Kurr e trattò tutte le quistioni che interessavano il bene dell’umanità. Prima di ogn’altro si discusse quella della scienza. E il presidente stesso, sorto con una lunga orazione a provare che la moltitudine e malvagità dei libri aveva prodotto infin allora la diversità delle classi e le più perniciose rivoluzioni, propose la distruzione universale di essi libri; dopoché una società di dotti ne avrebbero ricavato un indice enciclopedico. Il che fu fatto a gran vantaggio degli uomini. E poi dopo molte altre deliberazioni di senno altissimo, il congresso si sciolse proclamando Adolfo Kurr gran patriarca del mondo e benefattore del genere umano. Questi contava allora ottant’anni di età, e morì tre anni dopo, e gli successe per libera elezione Samuele Dalnegro di Pisa, economista celebratissimo.

Crediti
 Ippolito Nievo
 Storia filosofica dei secoli futuri
 Pinterest • Eugène Delacroix  • 




Quotes casuali

Seguo questo corso di sabbia che scorre
tra i ciottoli e la duna
la pioggia d'estate piove sulla mia vita
su me la mia vita che mi sfugge mi insegue
e finirà il giorno del suo inizio
caro istante ti vedo
in questa tenda di bruma che indietreggia
dove non dovrò più calpestare quelle lunghe soglie mobili
e vivrò il tempo di una porta
che si apre e si richiude.
Samuel Beckett
Il diavolo lotta con Dio, e il campo di battaglia è il cuore degli uomini.
Il denaro è la cosa più volgare e odiosa che ci sia perché può tutto, perfino conferire il talento.
E avrà questo potere fino alla fine del mondo.
Fëdor Dostoevskij
Oggi sappiamo che l'uomo, in sostanza, è un essere di luce. La moderna scienza di Fotobiologia attualmente lo dimostra. Siamo ancora lontani dalla piena comprensione del complesso rapporto tra la luce e la vita, ma possiamo già dire con sicurezza che la funzione di tutto il nostro metabolismo dipende dalla luce.Fritz-Albert Popp
La teoria dei biofotoni