Continua a sbagliare e rialzarti
Non è giusto smettere di credere all’amore solo perché una relazione ci ha deluso. Non è giusto smettere di sognare solo perché un sogno non si è realizzato, smetterci di provarci perché i tentativi sono falliti. È stupido non aprirsi più all’amicizia solo perché con qualcuno non è andata nel verso giusto, non fidarsi più delle persone solo perché una ci ha tradito, arrendersi alla sofferenza buttando via le opportunità per essere felici. Ci provi e sbagli, ci provi e sbagli di nuovo, funziona così finché o vinci o ti arrendi. E il vero sbaglio è quando smetti di provare. Le persone che si arrendono non sono mai deboli, sono semplicemente stanche. Sei stanco con la mente consumata ed il cuore a pezzi, quando i tentativi falliti fanno più rumore dei tuoi pensieri. Il fallimento non dovrebbe mai parlare, non dovrebbe mai avere l’ultima parola. Dobbiamo continuare a lottare per ciò che vogliamo. Non mollare mai. Non accettare un no come risposta. Non farti mai soffocare dalle ansie. Continua a sbagliare e rialzarti. Quando un sogno muore dobbiamo costruirne un altro. A volte basta poco, bastano 5 minuti di coraggio, solo altri 5 minuti in cui smettiamo di dubitare di noi stessi, 5 minuti in cui non pensiamo a ciò che abbiamo sbagliato ma solo a quello che potremmo fare di giusto, buttandoci in avanti senza guardare indietro, provare ancora, fallire, e perdonarsi sempre, questo è il segreto per non mollare mai. Di certo non è facile, spesso il dolore ti trova disarmato e quando ti colpisce non sai che fare se non chiederti perché proprio a te, un perché che non trova mia risposta, ma tu non fartene una colpa, non rispondere al dolore con altro dolore altrimenti non ti curerai mai, accetta il dolore e superalo, pensa che senza di esso non apprezzerai mai le cose più belle, quindi quando non ce la fai più, quando stai per mollare pensa al motivo per cui hai resistito così a lungo e tira fuori quei 5 minuti di coraggio.

Crediti
 • Francesco Sole •
 • Non arrenderti •
 • SchieleArt •   •  •

Similari
 ⋯ Il caso Nietzsche
1409% ArticoliFilosofiaGianni Vattimo
Nietzsche, accompagnato dalla sua cattiva reputazione di pensatore dei nazisti, fu poi riconsiderato, agli inizi degli anni ’60 del ventesimo secolo, da quel movimento che prese il nome: Nietzsche-Renaissance o il rinascimento nietzscheano, e soprattutto ⋯

 ⋯ Sapere di non essere
1025% IneditiSergio Parilli
Ho rivisto finalmente a Julián. Veniva da altri mondi non sconosciuti per lui, visto che è riuscito a tornare senza bussola. Non era tenuto a tornare, anche perché se stava bene dove era arrivato poteva restarci in eterno, visto che era previsto un viaggi⋯

 ⋯ Il mercantile
646% IneditiSergio Parilli
Magari è troppo presto, ma i sognatori, hanno sempre lo sguardo perso, sicuramente piacevole nei loro pensieri e sorridono… ma, anche se sono solo due righe con due soli sostantivi, l’emozione è sempre la stessa per il poeta. Siamo nel periodo di un’attra⋯

 ⋯ L’esperienza e la verità
536% Carlo SiniFilosofia
Il dibattito sulla oggettività e il cosiddetto pensiero forte del nuovo realismo ha trovato ampio spazio soprattutto sul quotidiano «la Repubblica». Può essere utile partire di qui, perché è vero che gli articoli di giornale non consentono quella articola⋯

 ⋯ Impero, vent’anni
508% Autori VariPolitica
Vent’anni fa, quando è stato pubblicato il nostro libro Impero, i processi economici e culturali della globalizzazione erano al centro della scena: tutti potevano vedere che stava emergendo qualcosa come un nuovo ordine mondiale. Oggi la globalizzazione è⋯

⋯  ⋯Capitalismo o Economia Pianificata
442% Herbert George WellsPolitica
Herbert George Wells: Le sono molto grato per aver accettato di incontrarmi. Recentemente sono stato negli Stati Uniti. Ho avuto una lunga conversazione con il presidente Roosevelt e ho cercato di chiarire quali sono le sue idee principali. Ora sono venut⋯