Uomo che mangia gli spaghetti
Ovunque andassi vedevo che l’ombra pervasiva, l’oscurità che tutto muove si serve del nostro mondo. Perché quest’ombra, questa oscurità non possiede nulla, non esiste in alcun modo se non come forza o energia attivatrice, al contrario di noi che abbiamo il nostro corpo, che siamo soltanto il nostro corpo, organico o inorganico, umano o non umano, non fa differenza: è semplicemente un corpo e nient’altro che un corpo, senza alcuna traccia di mente o anima tra le sue componenti. Pertanto l’ombra, l’oscurità si serve del nostro mondo per prosperare. Non possiede altro che la propria energia attivatrice, mentre noi non siamo nient’altro che corpo… Questo è esattamente ciò che ho sperimentato in ospedale rendendomi conto, grazie alla sofferenza gastrointestinale, che non possedevo mente o immaginazione, anima o io: che essi erano intermediari insensati ed effimeri inventati per proteggere noi esseri umani dalla consapevolezza di ciò che siamo davvero: nient’altro che un assortimento di corpi attivati dall’ombra, dall’oscurità.

Crediti
 • Thomas Ligotti •
 • Teatro grottesco •
 • Pinterest • Renato Guttuso Uomo che mangia gli spaghetti •  •

Similari
Cueva Sima Humboldt ubicada en el parque nacional Jaua-Sarisariñama  del estado Bolívar, Vzla.Il Qualcosa ammette il perturbamento
30% FilosofiaThomas Ligotti
Nessun filosofo è mai riuscito a dare una risposta soddisfacente alla domanda: «Perché deve esistere qualcosa piuttosto che il nulla?». A prima vista sembrerebbe una domanda legittima, ma in fondo qualcuno di noi trova inspiegabile, addirittura illogico, ⋯
 ⋯ Voglia di giostra
26% FilosofiaThomas Ligotti
La coscienza è andata troppo oltre per essere un attributo tollerabile dalla nostra specie, e minimizzando questo problema siamo costretti a minimizzare la nostra stessa coscienza. Tra i vari modi in cui questo può esser fatto, quattro principali strategi⋯
Pazzo cratere della civiltàPazzo cratere della civiltà
14% EstrattiHenry Miller
Quando abbasso gli occhi su questa fica fottuta di puttana sento tutto il mondo sotto di me, un mondo che barcolla e precipita, un mondo usato e levigato come il cranio di un lebbroso. Se ci fosse un uomo che osasse dire tutto quello che ha pensato di que⋯
 ⋯ Corolla di carne tumefatta
12% EstrattiLouis-Ferdinand Céline
Quando ci si sofferma per esempio sul modo in cui vengono formate e dette le parole, quasi non resistono le nostre frasi al disastro del loro arredo di bave. È più complicato e più penoso della defecazione il nostro sforzo meccanico di conversare. Questa ⋯
Egon Schiele ⋯ Dubbio vantaggioso
11% EstrattiFëdor Dostoevskij
E poi perchè voialtri siete così fermamente, così solennemente convinti che soltanto ciò che è normale e positivo, – in una parola, che soltanto il benessere sia vantaggioso per l’uomo? Non potrebbe sbagliarsi, il raziocinio nel valutare ciò che è vantagg⋯
Pedro PáramoPedro Páramo
9% EstrattiJuan Rulfo
Álvaro Mutis salì a grandi falcate i sei scalini di casa mia con un pacchetto di libri in mano, separò dal mucchio il più piccolo e sbellicandosi dal ridere mi disse: – Leggi questo, cazzo, e impara! – Era Pedro Páramo. Quella notte non potei dormire prim⋯