⋯
Ho incontrato Napoleone. Fuggiva dalla Russia e mi ha chiesto di cucirgli un bottone dei pantaloni. Era un bottone d’oro, per fortuna non lo aveva perduto. Mentre cucivo accanto al fuoco lui guardava lontano, fuori dalla finestra. Non so che cosa vedeva, fuori c’è solo il muro, fingeva di vedere. Allora gli ho detto, Napoleone siediti un po’ vicino a me, vieni a riscaldarti al fuoco. E lui è venuto. E lo fissava come cercasse qualcosa che io non riuscissi a vedere. Gli ho chiesto: che cosa cerchi Napoleone? Niente. Vedi qualcosa? Niente. Allora sei pazzo, visto che non sei cieco. Ti prego raccontami qualcosa! Una storia d’amore, una battaglia, una vittoria. Non mi ricordo niente. Ma come niente, io mi ricordo tante cose! C’è anche una poesia che studiavo a scuola. Parlami di Waterloo, di Marengo. Come se non avesse mai vissuto. Così ho deciso di raccontargli la storia della sua vita: i suoi amori, le sue sconfitte, le sue vittorie, né belle né brutte ma tutte false. Allora lui ha cominciato a piangere e io pure piangevo. Gli ho preso la mano per stringerla e l’ha tirata via, come tutti gli altri uomini, Napoleone. E poi se ne è andato. Ma prima di andarsene si è rimesso posa davanti alla porta. La celebre posa. E l’ho visto allontanarsi sotto la neve. I passi sempre più pesanti. E poi è diventato un pupazzo di neve. È rimasto lì tutto l’inverno e in primavera si è sciolto.

Crediti
 • Marco Bellocchio •
 • La visione del Sabba •
 • Pinterest •   •  •

Similari
Il caso Nietzsche
445% ArticoliFilosofiaGianni Vattimo
Nietzsche, accompagnato dalla sua cattiva reputazione di pensatore dei nazisti, fu poi riconsiderato, agli inizi degli anni ’60 del ventesimo secolo, da quel movimento che prese il nome: Nietzsche-Renaissance o il rinascimento nietzscheano, e soprattutto ⋯
Sapere di non essere
322% IneditiSergio Parilli
Ho rivisto finalmente a Julián. Veniva da altri mondi non sconosciuti per lui, visto che è riuscito a tornare senza bussola. Non era tenuto a tornare, anche perché se stava bene dove era arrivato poteva restarci in eterno, visto che era previsto un viaggi⋯
Il mercantile
205% IneditiSergio Parilli
Magari è troppo presto, ma i sognatori, hanno sempre lo sguardo perso, sicuramente piacevole nei loro pensieri e sorridono… ma, anche se sono solo due righe con due soli sostantivi, l’emozione è sempre la stessa per il poeta. Siamo nel periodo di un’attra⋯
Il Codice di Hammurabi
169% ArticoliStorieWikipedia
Quando Anu il Sublime, Re dell’Anunaki, e Bel, il signore di Cielo e terra, che stabilirono la sorte del paese, assegnarono a Marduk, il pantocratore figlio di Ea, Dio della giustizia, il dominio su ogni uomo sulla faccia della terra, e lo resero grande f⋯
Il grande professore di diritto pubblico
168% Loris ZuttionPercorsi
Napoleone Bonaparte ha avuto la sorte, non molto usuale per i protagonisti della storia, di trovare nel più grande filosofo del tempo, Georg Wilhelm Friedrich Hegel, l’autorevolissimo interprete a livello ideologico, della sua azione pratica. Fin dai temp⋯