⋯
Sempre che poi esista qualcosa che sia realtà, anche perché reale è ciò che accade ora, anche volendo immettere il tempo, che poi è un fattore d’ordine per molti versi, mi sembra chiaro, che reale non può essere il passato, magari lo è stato al momento, di certo ora non lo è più, e lo stesso discorso vale per il futuro. Se il reale pertanto è il presente come momento in sé, prendendone uno qualsiasi e osservando, si nota che la mente è ferma, sappiamo che è reale, eppure non riusciamo a dire, come se dire non avesse alcun senso, siamo fuori dal tempo quindi. Forse la parola serve a questo, a dare un senso al nostro movimento nel proiettarci altrove, nel raccogliere e mettere insieme i pezzi, per tutti quei momenti spesi nel tempo ma mancati nel vissuto.

Crediti
 • Anna Maria Tocchetto •
 • Pinterest •   •  •

Similari
⋯  ⋯Sexistenza
145% Anna Maria TocchettoFrammentiJean-Luc Nancy
Esiste l’amore in tutta la sterminata estensione del termine, l’amore senza confini, l’amore per l’umanità, il mondo, la musica, il mare o la montagna, la poesia o la filosofia, che è essa stessa amore della sapienza. Non è così? Quest’ultima, a sua volta⋯
 ⋯ Il Deserto
82% Anna Maria TocchettoArticoli
Vivere certo, è un po’ il contrario di esprimere. Secondo i grandi maestri toscani, è testimoniare tre volte, nel silenzio, nella fiamma e nell’immobilità. Ci vuole molto tempo per capire che i personaggi dei loro quadri, si incontrano ogni giorno nelle v⋯
Don Quijote de La Mancha: ¿realidad o ficción?Don Chisciotte – Tra realtà e fantasia
46% Anna Maria TocchettoArticoliSergio Parilli
Un’opera quando è tale, non può essere di sola fantasia, sempre è striata di quel reale che passa negli interstizi di una realtà che occlude ogni accesso e tende comunque a separare ogni cosa. Eppure basta un attimo, un indizio, una sola fuoriuscita a sor⋯
 ⋯ Pensavamo alla vita
44% Herman MelvillePercorsi
«Peleg! Peleg!» disse Bildad alzando occhi e mani, «tu stesso come io stesso hai visto molti pericoli; tu lo sai, Peleg, che vuol dire avere paura della morte; com’è che puoi sproloquiare in questo modo così empio. Tu smentisci il tuo stesso cuore, Peleg.⋯
 ⋯ Kill Bill: oltre gli estremi
40% Anna Maria TocchettoArticoliCinema
La vendetta non è mai una linea retta; è una foresta nella quale bisogna sapere biforcare per mostrare l’indicibile. Queste parole sono del maestro Hattori Hanzo, uno dei personaggi del film Kill Bill, scritto e diretto da Quentin Tarantino. Film che in r⋯
 ⋯ L’Immortalità
40% Anna Maria TocchettoRecensioni
Sarà un romanzo dentro il romanzo e la storia più erotica che abbia mai scritto. Lo scrittore è uomo di parola in ogni senso e con questa ci avvolge, ci scompone in mille pezzi per ricomporci in tutti i possibili “altrove” e ritorniamo vivi in quel gesto,⋯