⋯
Una sorte di arte ibrida che gioca incestuosamente con il presente. Non una ideologia, ma un movimento, quello della pop filosofia, che si è diffuso e ramificato a livello internazionale tramite una nuova generazione di pensatori. Negli ultimi anni ha contagiato filosofi, artisti, giornalisti, editori che hanno trasformato la popsophia in un evento culturale ed editoriale sempre più stimolante nel dibattito pubblico contempo contemporaneo. Si tratta di una filosofia mutante che unisce spudoratamente universi antagonisti: la cultura pop e la riflessione filosofica. Un pharmakon intellettuale (che come tutti i medicinali ha molte controindicazioni ad avvertenze) necessario per evitare una gabbia filosofica asfittica. La popsophia, infatti, si rifiuta di piangere, con odiosa pedanteria, su una felice incantata età dell’oro premoderna e pretecnologica. Al contrario, si confronta aspramente sfacciatamente con le continue trasformazioni dei fenomeni pop che pervadono l’attualità.

Crediti
 • Lucrezia Ercoli •
 • Che la forza sia con te! •
 • Pinterest •   •  •

Similari
Il caso Nietzsche
353% ArticoliFilosofiaGianni Vattimo
Nietzsche, accompagnato dalla sua cattiva reputazione di pensatore dei nazisti, fu poi riconsiderato, agli inizi degli anni ’60 del ventesimo secolo, da quel movimento che prese il nome: Nietzsche-Renaissance o il rinascimento nietzscheano, e soprattutto ⋯
Filosofia e rivoluzione: il testo, il contesto e la trama
345% ArticoliFilosofiaRaimon Panikkar
“Philosophy and Revolution: the Text, the Context and the Texture” è un articolo che Panikkar ha pubblicato nel luglio del 1973 sulla rivista di studi interculturali «Philosophy East and West», vol. 23, n° 3, pp. 315-322. Mai apparso in traduzione italian⋯
Un nuovo chiarimento della questione “Nietzsche e Stirner”
275% ArticoliBernd A. LaskaFilosofia
Da giovane ho incontrato una pericolosa divinità e non vorrei raccontare a nessuno ciò che allora ho provato — tanto di buono quanto di cattivo. Così ho imparato a tacere, come pure che bisogna imparare a parlare, per ben tacere, che un uomo che vuole te⋯
Il successo della filosofia
248% PsicologiaUmberto Galimberti
Ogni tanto mi viene il sospetto che la psicoterapia, la cura con la parola, sia nata perché la filosofia ha disertato se stessa e, da pratica di vita, è diventata il mestiere dell’insegnamento. Ora questo mestiere si sta esaurendo, eppure le iscrizioni de⋯
Il successo della filosofia
248% ArticoliPsicologiaUmberto Galimberti
Ogni tanto mi viene il sospetto che la psicoterapia, la cura con la parola, sia nata perché la filosofia ha disertato se stessa e, da pratica di vita, è diventata il mestiere dell’insegnamento. Ora questo mestiere si sta esaurendo, eppure le iscrizioni de⋯