Debito di 100 dollari

Era il mese di Agosto, in un piccolo paese turistico, vicino a un lago e quel giorno di Agosto pioveva. Il piccolo paese ere totalmente vuoto, nelle strade non c’era nessuno; c’era una grande crisi dove tutto il paese era indebitato e tutti vivevano del credito di uno sugli altri. All’improvviso un uomo miliardario arriva al paese, con una grande limousine; tutti quanti si guardano ed esclamano wao, avete visto la macchina che ha quel uomo?. Anche, tra le persone che hanno visto quello spettacolo, c’erano alcuni che dicevano quanto tempo possiamo mantenere a uno così nelle nostre strade, o dentro del nostro piccolo paese?.
La limousine si ferma e lo sportello di dietro si apre e da lì appare un pesce grosso. Quel pesce grosso si avvicina al unico albergo disponibile nel paese e quando entra si avvicina alla reception e lì lascia un biglietto di 100 dollari mentre dice al ricevente voglio passare qui la notte, ma mi piacerebbe vedere le camere. Posso andare al piano di sopra per scegliere quella che più mi piace?. L’alberghiere risponde Certo, salite e vedete le nostre camere. In quel istante il miliardario prende l’ascensore e sale al piano di sopra. Nel frattempo l’alberghiere prende il biglietto da 100 dollari ed esce di corsa verso la strada per andare a pagare il debito di 100 dollari che aveva con il macellaio. Il macellaio prende la banconota ed esce di corsa per pagare il debito che aveva con l’allevatore di maiali. L’allevatore di maiali prende la banconota di 100 dollari e di corsa va a pagare il debito con il provveditore di foraggi. Il provveditore di foraggi prende la banconota di 100 dollari ed esce di corsa per pagare il debito che aveva con la prostituta del paese che in tempo di crisi offriva i suoi servizi a credito. La prostituta del paese prende la banconota da 100 dollari ed esce di corsa per andare all’albergo per pagare un debito di 100 dollari che aveva con il proprietario del albergo che affitta le camere quando portava lì i suoi clienti.
Tutto successe in meno di 10 minuti. Il proprietario del albergo rimesse la banconota sul bancone dove l’aveva lasciato il miliardario. Quando scese il miliardario, disse al alberghiere Guardi, ho visto tutte le camere del albergo e nessuna mi convince. Prese il suo biglietto da 100 dollari e lo rimise apposto nel suo portafogli.
Nessuno guadagnò assolutamente niente, nonostante tutto il paese era rimasto senza debiti. Tutti era più tranquilli a partire da quel momento.

 
Crediti
Similari

 ⋯ Sapere di non essere
527%  •  IneditiSergio Parilli
Ho rivisto finalmente a Julián. Veniva da altri mondi non sconosciuti per lui, visto che è riuscito a tornare senza bussola. Non era tenuto a tornare, anche perché se stava bene dove era arrivato poteva restarci in eterno, visto che era previsto un viaggi⋯


 ⋯ Il caso Nietzsche
436%  •  ArticoliFilosofiaGianni Vattimo
Nietzsche, accompagnato dalla sua cattiva reputazione di pensatore dei nazisti, fu poi riconsiderato, agli inizi degli anni ’60 del ventesimo secolo, da quel movimento che prese il nome: Nietzsche-Renaissance o il rinascimento nietzscheano, e soprattutto ⋯


 ⋯ Il Codice di Hammurabi
432%  •  ArticoliStorieWikipedia
Quando Anu il Sublime, Re dell’Anunaki, e Bel, il signore di Cielo e terra, che stabilirono la sorte del paese, assegnarono a Marduk, il pantocratore figlio di Ea, Dio della giustizia, il dominio su ogni uomo sulla faccia della terra, e lo resero grande f⋯


 ⋯ Il mercantile
374%  •  IneditiSergio Parilli
Magari è troppo presto, ma i sognatori, hanno sempre lo sguardo perso, sicuramente piacevole nei loro pensieri e sorridono… ma, anche se sono solo due righe con due soli sostantivi, l’emozione è sempre la stessa per il poeta. Siamo nel periodo di un’attra⋯


 ⋯ L’onore
305%  •  Arthur SchopenhauerFilosofia
La discussione sull’onore sarà molto più difficile e molto più lunga di quella sul grado. Prima di tutto dovremo definirlo. Se a tal uopo dicessi: «L’onore è la coscienza esterna, e la coscienza è l’onore interno», la definizione potrebbe forse piacere a ⋯


Delcy RodríguezConsiglio Permanente dell’OSA
287%  •  ArticoliDelcy RodríguezPolitica
Sua Eccellenza Delcy Rodríguez Gómez, Segretario Generale dell’OSA, Luis Almagro, vice segretario generale non presente, Illustri Rappresentanti permanenti e supplenti, rappresentanti degli Stati osservatori, invitati speciali, signore e signori. Ministro⋯