Debolezza del cervello

La morale è la debolezza del cervello.


Crediti
 • Arthur Rimbaud •
 • SchieleArt •   •  •

Similari
Egon Schiele ⋯ Fratelli nella lotta
161% Álvaro CunhalLuigi PirandelloPoliticaSchiele Art
Essere comunista non consiste solo nell’avere un obiettivo politico e lottare per la sua realizzazione. Essere comunista non è solo un modo di agire politicamente. È un modo di pensare, di sentire e di vivere. E questo significa che i comunisti non hanno ⋯
Egon Schiele ⋯ Portrait of Franz HauerGelido traditore delle più infime confessioni
131% FrammentiPhilip RothSchiele Art
La settimana dopo, non avendo più nulla che lo tenesse chiuso nello studio dove di solito passava le giornate a complicarsi la vita sulla carta, Zuckerman fece una valigia e riprese a complicarsi la vita nel mondo reale. Con le bozze e la valigia, si tras⋯
Egon Schiele ⋯ Spremere il cervello come la vescica
106% Schiele ArtThomas Bernhard
Non abbiamo altro al mondo che la commedia allo stato puro e qualunque cosa facciamo, non riusciremo mai a uscire dalla commedia, il tentativo millenario di trasformare questa commedia in tragedia era naturalmente destinato a fallire – avrebbe detto. Perc⋯
Egon Schiele ⋯ Bending woman with head bowed and crossed handsLe idee banali della moltitudine
102% Piero MartinettiSchiele Art
Quando ci si occupa di sviluppare la forza di volontà, va seguito questo precetto negativo: che è di tenersi accuratamente lontani da tutte le compagnie, dagli ambienti, dalle suggestioni che contrastano con i principi adottati. È inutile proporre a se me⋯
Egon Schiele ⋯ L’impressione della fine del mondo
102% Schiele ArtThomas Bernhard
Ho l’impressione che sia naturale che il mondo possa andare a pezzi da un momento all’altro. O è forse la natura che deve distruggere se stessa? – disse. – È un processo che parte sempre dall’interno e si attua all’esterno. Se sono arrivato a questa osser⋯
Egon Schiele ⋯ Standing Boy with Hands on ChestAttrito tra l’animo e il mondo esterno
97% Andrej TarkovskijSchiele Art
Che si avverino i loro desideri, che possano crederci, e che possano ridere delle loro passioni. Infatti ciò che chiamiamo passione in realtà non è energia spirituale ma solo attrito tra l’animo e il mondo esterno. E soprattutto che possano credere in se ⋯