Decostruzione del cristianesimo
Si tratterebbe di pensare il limite, il tracciato singolare che chiude un’esistenza, ma che la chiude secondo il graffito complicato di un’apertura che non ritorna su di sé (dove è questo stesso non-ritorno), oppure secondo l’iscrizione di un senso che nessuna religione, nessuna credenza, nessun sapere – e, certamente, nessuna servilità e nessun ascetismo – possono saturare né assicurare, che nessuna Chiesa può pretendere di riunire e benedire. Per questo non ci restano né culto né preghiera, ma l’esercizio rigoroso e severo, sobrio e tuttavia gioioso, di ciò che si chiama il pensiero.

 
Crediti
 • Jean-Luc Nancy
 • La dischiusura
 • Decostruzione del cristianesimo
 • Pinterest •   • 

Similari

 ⋯ Il caso Nietzsche
777%  •  ArticoliFilosofiaGianni Vattimo
Nietzsche, accompagnato dalla sua cattiva reputazione di pensatore dei nazisti, fu poi riconsiderato, agli inizi degli anni ’60 del ventesimo secolo, da quel movimento che prese il nome: Nietzsche-Renaissance o il rinascimento nietzscheano, e soprattutto ⋯


Gustave Doré ⋯ Elia distrugge i messaggeri di AhaziaCirca la nostra condotta verso noi stessi
266%  •  Arthur SchopenhauerDoré GalleryFilosofia
4.° Il manovale che aiuta a fabbricare un edifizio, non ne conosce il progetto, o non l’ha sempre sotto gli occhi; tale è pure la posizione dell’uomo mentre è occupato a dividere uno per uno i giorni e le ore della sua esistenza in rapporto all’insieme de⋯


 ⋯ Dall’autorganizzazione alla comunizzazione
253%  •  ArticoliAutori VariPolitica
Designare la rivoluzione come comunizzazione è dire questa cosa abbastanza banale, che l’abolizione del capitale è l’abolizione di tutte le classi, compreso il proletariato, e non la sua liberazione, il suo ergersi a classe dominante che organizza la soci⋯


 ⋯ Sapere di non essere
247%  •  IneditiSergio Parilli
Ho rivisto finalmente a Julián. Veniva da altri mondi non sconosciuti per lui, visto che è riuscito a tornare senza bussola. Non era tenuto a tornare, anche perché se stava bene dove era arrivato poteva restarci in eterno, visto che era previsto un viaggi⋯


Friedrich NietzscheUn nuovo chiarimento della questione “Nietzsche e Stirner”
243%  •  ArticoliBernd A. LaskaFilosofia
Da giovane ho incontrato una pericolosa divinità e non vorrei raccontare a nessuno ciò che allora ho provato — tanto di buono quanto di cattivo. Così ho imparato a tacere, come pure che bisogna imparare a parlare, per ben tacere, che un uomo che vuole te⋯


 ⋯ Il dolore, e la noia. L’intelligenza
230%  •  Arthur SchopenhauerFilosofia
Un semplice colpo d’occhio ci fa scoprire due nemici della felicità umana; il dolore e la noia. Inoltre possiamo osservare che a misura che riusciamo ad allontanarci dall’uno, ci avviciniamo al secondo, e reciprocamente; di maniera che la nostra vita rapp⋯