Mercificazione
È il processo attraverso il quale un valore d’uso diventa merce; nel modo di produzione capitalistico è caratterizzato dall’impiego di lavoro non retribuito e dalla conversione dei mezzi di produzione in «mezzi di assorbimento di lavoro non pagato». A questo processo non sfuggono valori d’uso particolarmente esaltati dall’ideologia borghese, come i prodotti dal lavoro artistico e intellettuale; nel caso poi delle opere d’arte che si presentano in forma di oggetto unico (dipinti, sculture, ecc.) si crea un vero e proprio mercato con tutto l’insieme delle operazioni commerciali che vi sono connesse; notava Marx che la «produzione spirituale» più elevata «trova misericordia agli occhi del borghese» soltanto se si presenta come un mezzo adeguato a produrre ricchezza materiale.

Né alla mercificazione sfugge l’uomo stesso, ridotto a cosa (Reificazione); nei Manoscritti del 1844 il fenomeno è indicato come produzione di «merce umana» che porta a un essere tanto spiritualmente che fisicamente disumanizzato e che è soggetta alle leggi del mercato:

«La domanda di uomini regola necessariamente la produzione di uomini, come di ogni altra merce. Se l’offerta è assai maggiore della domanda, una parte dei lavoratori cade in mendicità o muore di fame. L’esistenza del lavoratore è così ridotta alla condizione di esistenza di ogni altra merce. Il lavoratore è divenuto una merce, ed è una fortuna per lui se può offrirsi all’uomo. La domanda, da cui dipende la vita del lavoratore, dipende dall’umore dei ricchi e dei capitalisti» in Opere III, pp. 255-256.

Nel Capitale il tema della mercificazione umana è ripreso in rapporto alla vendita della forza-lavoro e alle condizioni di sfruttamento in fabbrica.


Crediti
 Autori Vari
 Dizionario enciclopedico marxista
  www.resistenze.org
  a cura del Centro di Cultura e Documentazione Popolare di Torino
 SchieleArt •   • 




Quotes per Autori Vari

Il murale Gloriosa Victoria, di Diego Rivera, è un'opera che mette in scena l'intervento della CIA in Guatemala, attraverso il Movimento di liberazione nazionale, che ha innescato la caduta del governo di Jacobo Arbenz.

Tra due persone accade che talvolta, molto raramente, nasca un mondo. Questo mondo è poi la loro patria, era comunque l'unica patria che noi eravamo disposti a riconoscere. Un minuscolo microcosmo, in cui ci si può sempre salvare dal mondo che crolla.

Un frutto deve putrefarsi per generare il seme che entra nella terra, producendo una nuova vita. Ed è così che la natura insegna che proprio dal culmine del negativo nasce l'inizio del positivo. Per questo la luce non potrà mai essere sconfitta dal buio.

Le ricchezze di oggi non sono ricchezze umane; sono ricchezze per il capitalismo, che corrispondono all'esigenza di vendere e stupire. I prodotti che fabbrichiamo, distribuiamo e amministriamo sono l'espressione materiale della nostra alienazione.

La società borghese moderna... rassomiglia al mago che non riesce più a dominare le potenze degli inferi da lui evocate. Sono decenni ormai che la storia dell'industria e del commercio è soltanto storia della rivolta delle forze produttive moderne contro i rapporti moderni della produzione, cioè contro i rapporti di proprietà che costituiscono le condizioni di esistenza della borghesia e del suo dominio.  Karl Marx, Friedrich Engels