Pacifismo
È il rifiuto della guerra come strumento di soluzione delle controversie internazionali.

Storicamente si è presentato, a partire dai primi anni del ‘900 in due forme: una generica di rifiuto totale della guerra indipendentemente dalle motivazioni storico-politiche che la determinano; l’altra marxista in cui il rifiuto, dettato dall’analisi storica della guerra, è rivolto ai conflitti che hanno per base la conservazione e il dominio del capitalismo.

Attualmente esistono molti movimenti che si richiamano al pacifismo, anzitutto quelli legati alla contestazione degli studenti americani durante la guerra del Vietnam. In Italia sono sostenitori del pacifismo in senso assoluto i radicali e diverse associazioni antimilitariste.

Una delle figure più rilevanti del pacifismo generico nel nostro secolo fu quella di Gandhi, il quale sosteneva la necessità della non violenza anche nella lotta per la liberazione nazionale.

Crediti
 Autori Vari
 Dizionario enciclopedico marxista
  www.resistenze.org
  a cura del Centro di Cultura e Documentazione Popolare di Torino
 SchieleArt •   • 




Quotes per Autori Vari

L'immagine, inizia in qualche modo a comunicare, che si ha che fare con il fascino. Uno stato di incoscienza. Una sorta di trance. Sono interessato al modo in cui le immagini creano trance, come entrando ci si lascia sedurre in loro. E dove uno è preso se si segue.

Le ricchezze di oggi non sono ricchezze umane; sono ricchezze per il capitalismo, che corrispondono all'esigenza di vendere e stupire. I prodotti che fabbrichiamo, distribuiamo e amministriamo sono l'espressione materiale della nostra alienazione.

I veri sentimenti penetrano attraverso gli ostacoli e non esistono metalli né pietre né acqua o fuoco che possano fermare la forza del cuore. Nulla può superare quello che è unito dall'emozione, dal dovere e dalla ragione.

E se la verità fosse solo un modo giusto di far combaciare cose già accadute? La verità come un inizio e una fine, forse un cerchio, ma molti non lo percorrono completamente, quindi vedono solo una parte; e le parti che vedono, vengono fatte combaciare mentalmente, divenendo così credenza-verità, quando poi non è stilata, perché allora ciò che abbiamo è addirittura una teoria.

Il maggior pericolo nella vita consiste nel prendere troppe precauzioni. Il virtuale è tanto libero quanto restrittivo… Un ossimoro.