⋯ Rodney Smith ⋯

A. Sono guarito? Ero malato?
E il mio medico, chi è stato?
Oh, come tutto ciò ho dimenticato!
B. Adesso sol ti credo risanato:
Ché sano è sol chi ha dimenticato.

Crediti
 • Friedrich Nietzsche •
 • Pinterest • Rodney Smith  •  •

Similari
René Magritte ⋯ Les Idées ClairesA chi ci crede davvero
82% IdeeOssimoro TossicoPoesie
Credo alle persone. Ma non a tutte. Credo ai bambini, perché se gli credi sono capaci di insegnarti grandi cose. Credo alle persone che quando non hanno nulla da dire sanno restare in silenzio. A quelle che comunicano con gli sguardi. E a quelle che, ogni⋯
Egon Schiele ⋯ La visita al convalescente
68% PoesieRoberto BolañoSchiele Art
È il 1976 e la Rivoluzione è stata sconfitta ma noi ancora non lo sappiamo. Abbiamo 22, 23 anni. Io e Mario Santiago camminiamo lungo una strada in bianco e nero. Alla fine della strada, in un palazzo che sembra uscito da un film degli anni Cinquanta c’è ⋯
Egon Schiele ⋯ Lupe
59% PoesieRoberto BolañoSchiele Art
Lavorava nella Guerrero, a pochi isolati dalla casa di Julián. Aveva diciassette anni e aveva perso un figlio. Il ricordo la faceva piangere in quella camera dell’hotel Trébol, spaziosa e buia, con bagno e bidet, il luogo ideale per viverci qualche anno. ⋯
⋯  ⋯Il viandante e la sua ombra
49% ArticoliFilosofiaFriedrich Nietzsche
L’ombra: Giacché è tanto tempo che non ti sento parlare, vorrei dartene un’occasione. Il viandante: Parla – dove? e chi? è quasi come se sentissi parlare me stesso, solo con voce più debole della mia. L’ombra: (dopo una pausa): Non sei contento di avere u⋯
Remedios Varo ⋯ Il bisbiglio del solitario
32% FilosofiaFriedrich Nietzsche
– “L’orecchio mancante”. «Si appartiene ancora al volgo, finché si addossa sempre la colpa agli altri; si è sulla strada della saggezza, quando si rende responsabile sempre solo se stesso; ma il saggio non trova nessun colpevole, né sé né gli altri». – Ch⋯
 ⋯ I poveri si erano venduti
29% Ascanio CelestiniPoesie
I poveri erano così tanto poveri che presero la loro fame e la misero in bottiglia e se la andarono a vendere. Se la comprarono i ricchi, i ricchi che nella vita avevano mangiato di tutto, dal caviale ripieno all’ossobuco di culo di cane allo spiedo. Però⋯