Dimenticare subito e senza riflettere
Prima della guerra mondiale, quando accaddero i fatti che qui riferiamo, che un uomo vivesse o morisse non passava ancora nell’indifferenza. Se una persona scompariva dal numero dei terrestri, non ne arrivava subito un’altra a occupare il suo posto per far dimenticare il lutto. Bensì, dove mancava, rimaneva un vuoto, e i vicini così come i lontani osservatori del paesaggio di quell’uomo ammutolivano ogni volta che riconoscevano quel vuoto. Se il fuoco si inghiottiva un’abitazione del palazzo di una strada, rimaneva per molto tempo il vuoto lasciato dall’incendio. Perché i muratori lavoravano lentamente e con attenzione, e i vicini, come anche i passanti, alla vista di quello spazio vuoto si ricordavano la forma e l’aspetto esteriore del vecchio appartamento. Questo succedeva allora! Ciò che cresceva aveva bisogno di molto tempo per crescere, e ciò che scompariva aveva bisogno di molto tempo per essere dimenticato. E ciò che un tempo era esistito, aveva lasciato la sua traccia. Fino ad allora si viveva di ricordi, così come oggi si vive nell’abitudine di dimenticare subito e senza riflettere.

Crediti
 • Joseph Roth •
 • La marcia di Radetzky •
 • SchieleArt •   •  •

Similari
Da Zarathustra a KhomeiniDa Zarathustra a Khomeini
108% ArticoliGerhard SchweizerLibri
La storia della Persia iniziò a Battria e prima ancora che un governatore vi regnasse in nome dei re divini, visse a Battria un uomo che sarebbe diventato, più di qualsiasi altro, una figura determinante per la notorietà della cultura persiana in occident⋯

 ⋯ Un impensabile scrittore: Vincenzo Rabito
55% Anna Maria TocchettoArticoliLibri
Se all’uomo in questa vita non ci incontro aventure, non ave niente darracontare- E allora raccontiamo, raccontiamolo questo scrittore italiano. Scrittore a sua insaputa, il modo migliore per esserlo davvero, senza voler scrivere o essere scrittori, ma vo⋯

⋯  ⋯Sexistenza
52% Anna Maria TocchettoFrammentiJean-Luc Nancy
Esiste l’amore in tutta la sterminata estensione del termine, l’amore senza confini, l’amore per l’umanità, il mondo, la musica, il mare o la montagna, la poesia o la filosofia, che è essa stessa amore della sapienza. Non è così? Quest’ultima, a sua volta⋯

 ⋯ Animalia
46% ArticoliAutori VariLibri
Avete sentito: E ciò che è più importante fra i mortali, tutto viene da noi: da noi, gli uccelli. Il minimo che si possa dire è che la ricerca moderna non ha confermato questa ipotesi. Ma bisogna ammetterlo: la ricerca moderna, che pure ha chiarito molti ⋯

Egon Schiele ⋯ Stehendes MädchenIl coraggio e la forza
43% Schiele ArtThomas Bernhard
Mi illudevo di non aver bisogno di nessuno, mi illudo ancora oggi. Non avevo bisogno di nessuno, e quindi non avevo nessuno. Ma ovviamente abbiamo bisogno di una persona, altrimenti diventiamo inevitabilmente come sono diventato io: difficile, insopportab⋯

 ⋯ La diversità e la sua importanza
40% Hermann HesseLibri
Narciso era scuro e magro, Boccadoro era radioso e florido. Se Narciso sembrava un pensatore e un analizzatore, Boccadoro sembrava un sognatore e un’anima di fanciullo. Ma c’era al di sopra dei contrasti qualcosa che li accomunava: entrambi erano nature s⋯