Egon Schiele ⋯

Perché dobbiamo ad ogni costo ritenere di essere o desiderare di essere una persona sola?
Perché non potremmo essere diverse persone o addirittura diversi universi separati da infinite distanze?

Crediti
 • Andrea Emo •
 • Quaderni di metafisica •
 • SchieleArt •   •  •

Similari
Egon Schiele ⋯ Seated nude with red stockingsPermettetemi di fantasticare un po’
39% Fëdor DostoevskijSchiele Art
Già, ma per me, a questo punto, conta anche solo una virgola. Voi m’accusate, signori, d’aver filosofeggiato: per forza, quarant’anni di sottosuolo! Permettetemi di fantasticare un po’. Vedete: la razionalità, signori, è una cosa bella, non si discute, ma⋯

Egon Schiele ⋯ Il suono di una sola mano
38% Mujū IchienRaccontiSchiele Art
Il maestro del tempio Kennin era Mokurai, Tuono Silenzioso. Aveva un piccolo protetto, un certo Toyo, un ragazzo appena dodicenne. Toyo vedeva che i discepoli più grandi andavano ogni mattina e ogni sera nella stanza del maestro per essere istruiti nel Sa⋯

Egon Schiele ⋯ Portrait of the PainterNessuno mostrerà di volere qualcos’altro
35% FilosofiaPlatoneSchiele Art
E così evidentemente sin da quei tempi lontani in noi uomini è innato il desiderio d’amore gli uni per gli altri, per riformare l’unità della nostra antica natura, facendo di due esseri uno solo: così potrà guarire la natura dell’uomo. Dunque ciascuno di ⋯

Egon Schiele ⋯ SunflowerL’essenza del testo
34% ArticoliElena CarusoLinguaggioSchiele Art
Barthes attraverso Il piacere del testo analizza le ragioni che spingono il lettore ad avvicinarsi ad un testo con un atteggiamento cannibalesco, quasi ne volesse divorare il tessuto, l’essenza. Cosa spinge il lettore a leggere fino a farsi del male! Fino⋯

Egon Schiele ⋯ Two Girls (Lovers)Sintomo di residua vitalità
32% Primo LeviSchiele Art
In questo luogo, lavarsi tutti i giorni nell’acqua torbida del lavandino immondo è praticamente inutile ai fini della pulizia e della salute; è invece importantissimo come sintomo di residua vitalità, e necessario come strumento di sopravvivenza morale. D⋯

Egon Schiele ⋯ Sitzendes Mädchen mit schwarzen Strümpfen und vorgehaltenen HändenEravamo a qualche passo
31% Schiele ArtWinfried Georg Sebald
Perché non mi dici, ella domandò, disse Austerlitz, la ragione della tua inavvicinabilità? Perché, disse, da quando siamo arrivati qui sei come uno stagno gelato? Perché vedo le tue labbra schiudersi, quasi tu volessi dire, o magari persino gridare qualco⋯