Dubbio del fotografo
Il fotografo sempre dubita: quale angolo di ripresa scegliere, quale velocità scegliere, quale pellicola preferire, ma non deve esitare mai al momento di scattare…il risultato della fotografia dev’essere lo stesso della narrazione scritta.

Crediti
 • Pinterest • Francesco Català-Roca  •  •

Similari
Duane Michals ⋯ Illusione o rivelazione?
107% FotografiaRodolfo Marotta
Da un saggio di Francesca Alinovi, La fotografia: l’illusione della realtà, Illusione o rivelazione? si rileva un punto di vista importante nel rapporto tra potere illusionistico e potere testimoniale della fotografia. A partire da un episodio che vide pr⋯
Loggia del capitaniatoArchitetture ideali
48% FotografiaGuido Cecere
Il mio progetto fotografico deriva da una ricerca di reinterpretazione e rielaborazione di alcuni elementi dell’arte rinascimentale come lo spazio ambientale fatto di spessore atmosferico e prodotto dalla variazione delle fonti luminose, unitamente ad una⋯
La fotografia cattura l'essenza di una personaLa fotografia cattura l’essenza di una persona
30% FotografiaHenri Cartier-Bresson
Quando l’arte diventa comune e tutti si improvvisano, non è più arte, ma una moda; una direttiva dunque, e non più movimento diretto. La copia di un dipinto, impossibile pure allo stesso autore, diventa fermo immagine, come la copia di noi stessi nella fo⋯
 ⋯ L’unione libera
28% AnonimoIdee
Gli anarchici rifiutano l’organizzazione del matrimonio. Essi affermano che due persone che si amano non hanno bisogno di autorizzazioni da parte di terzi per dormire insieme e dal momento in cui la loro volontà gli conduce al letto, la società non ha nul⋯
L'uomo è imperfettoL’uomo è imperfetto
27% FotografiaMarcin Owczarek
La mia arte è sempre stata incentrata sulla condizione del nostro pianeta e la condizione dell’uomo. La mia fotografia anti utopica e critica si basa sulla ricerca antropologica. Mi concentro su come esplorare e interpretare l’impatto delle nuove tecnolog⋯
 ⋯Panta Rei
22% AnonimoPercorsi
Diceva Eraclito, più di duemila anni fa, che non ci si bagna mai due volte nella stessa acqua di un fiume. Dicevano i Greci, sempre più di duemila anni fa, che l’adunaton, l’impossibile per eccellenza, è che ciò che è avvenuto possa non essere avvenuto. O⋯