È una morte alacre
Esiste una sonnolenza dell’attenzione volontaria, che non so spiegare, e che frequentemente mi assale se, di una cosa così sfumata, si possa dire che assalga qualcuno. Cammino per strada come se stessi seduto, e la mia attenzione, vigile su tutto, ha tuttavia l’inerzia di un corpo in assoluto riposo.
[…] È la sensazione di un’ebrezza da inerzia, di una sbornia senza allegria, né in sé, né per ciò che causa. È una malattia che non ha speranza di convalescenza. È una morte alacre.

Crediti
 Fernando Pessoa
 Il libro dell'inquietudine
 SchieleArt •   • 




Quotes per Fernando Pessoa

C'è un tempo in cui devi lasciare i vestiti, quelli che hanno già la forma abituale del tuo corpo e dimenticare il solito cammino: è l'ora del passaggio. E se noi non osiamo farlo, resteremo sempre lontani da noi stessi.

I sentimenti dolorosi e le emozioni più pungenti, sono quelli assurdi: l’ansia di cose impossibili, proprio perché sono impossibili, la nostalgia di ciò che non c’è mai stato, il desiderio di ciò che potrebbe essere stato, la pena di non essere un altro, l’insoddisfazione per l’esistenza del mondo.  Il libro dell'inquietudine

Disprezza tutto, ma in modo che il disprezzo non ti dia fastidio. Non giudicarti superiore per il tuo disprezzo. L'arte del nobile disprezzo sta proprio in questo.  Libro dell'inquietudine

Tutto dipende da quel che non esiste.
Perciò il mio essere muto si converte
Nella stessa somiglianza, austero e triste.
Nulla mi spiega. Nulla mi appartiene.
E su tutto la luna estranea versa
La luce che tutto dissipa e nulla vince.

Una sola cosa mi meraviglia più della stupidità con la quale la maggior parte degli uomini vive la sua vita: l'intelligenza che c'è in questa stupidità.