Ehi, svegliati!

A volte impiego anni e anni prima di liberare un’immagine… prima di liberarmi di un’immagine che mi ha colpito e fatto soffrire, cioè riflettere su di me tramite essa. Se ci si pensa bene, quando crediamo di soffrire per lo stato di abbandono e di infelicità e di imbarbarimento di qualcuno – per il quale non facciamo né faremo mai niente per cambiarlo -, stiamo in verità soffrendo al pensiero che un giorno tocchi la stessa sorte anche a noi; ci serviamo di questo qualcuno non per avvicinarci a lui ma quale ponte per arrivare a una nostra ipotetica riva e gettarci però su tutt’altra sponda e evitare l’attracco a quella stessa rovina; rendiamo questo qualcuno ancora più misero e impoverito di come lo abbiamo trovato, portiamo via, grazie a lui o a lei, un bene da stivare nella nostra scorta preventiva contro i rigori del freddo, della fame, l’isolamento, l’emarginazione sociale, i parassiti che lo perseguitano, la malattia della sua pelle e la demenza che lo rende stranamente serafico, celestiale nel suo inferno. Lo ringraziamo tutt’al più con un sospiro e tiriamo dritto per la nostra strada lasciandocelo alle spalle per sempre. Per sempre?…

La frase si china sull’orecchio della ragazza di Fez in quella sua nicchia di tufo… e ormai botte di ferro… bè, non solo sul suo di orecchio… e si sussurra fuori: Ehi, Single, dico a te, svegliati! Se anche è vero che non sei stata amata come un giorno forse sognavi, tranquilla, il peggio è passato: d’ora in poi non ti amerà più nessuno.

Crediti
 • Aldo Busi •
 • Pinterest • John Henry Fuseli  •  •

Similari
⋯  ⋯Sexistenza
62% Anna Maria TocchettoFrammentiJean-Luc Nancy
Esiste l’amore in tutta la sterminata estensione del termine, l’amore senza confini, l’amore per l’umanità, il mondo, la musica, il mare o la montagna, la poesia o la filosofia, che è essa stessa amore della sapienza. Non è così? Quest’ultima, a sua volta⋯
 ⋯ Proust: l’edificio immenso del ricordo
51% Ermanno BencivengaFrammenti
(…) Ma quando niente sussiste d’un passato antico, dopo la morte degli esseri, dopo la distruzione delle cose, più tenui ma più vividi, più immateriali, più persistenti, più fedeli, l’odore e il sapore, lungo tempo ancora perdurano, come anime, a ricordar⋯
 ⋯ Sa che ore sono, per piaser?
45% Aldo BusiFrammenti
Sa che ore sono, per piaser? La voce, così fresca, adolescenziale, proviene di là dalla rete che recinta l’area di parcheggio sull’autostrada appena dentro Vicenza Ovest. La sagoma di un ragazzo scontornata dal fanale del motorino in folle, guardingo. Sor⋯
 ⋯ L’inconsolabile
42% Cesare PaveseFrammentiTeatro
ORFEO: È andata così. Salivamo il sentiero tra il bosco delle ombre. Erano già lontani Cocito, lo Stige, la barca, i lamenti. S’intravvedeva sulle foglie il barlume del cielo. Mi sentivo alle spalle il frusciò del suo passo. Ma io ero ancora laggiù e avev⋯
KEileena ⋯ Le petit princeCi vogliono i riti
40% Antoine de Saint-ExuperyFrammenti
In quel momento apparve la volpe. — Buon giorno, disse la volpe. —Buon giorno, rispose gentilmente il piccolo principe, voltandosi: ma non vide nessuno. — Sono qui, disse la voce, sotto al melo… — Chi sei? domandò il piccolo principe, sei molto carino..⋯
 ⋯ C’è da spostare una menopausa!
36% Aldo BusiArticoliLibri
Vogliono allungarci la vita e già mi sembra troppo lunga quella che abbiamo. Troppo piena di tempi morti. I maggiori sbagli e i peggiori colpi di testa li commettiamo perché non sappiamo più come impegnare il troppo tempo “libero”, come stancarci fisicame⋯