Egon Schiele ⋯ Ritratto di Johann Harms

Ho voluto guardare con amore la gente così arrabbiata che i loro occhi sarebbero stati costretti a rispondere; e ho voluto portare doni agli invidiosi e dire loro che io sono senza valore.

Crediti
Egon Schiele
• I was in love with everything- I wanted to look with love at the angry people so that their eyes would be forced to respond; and I wanted to bring gifts to the envious and tell them that I am worthless. •
Egon SchieleRitratto di Johann Harms, olio su tela con cera, 110,8 x 141 centimetri. Solomon R. Guggenheim Museum, New York. •
Similari
L’abbraccio: opera che parla ai nostri giorni
130% ArticoliDaniel di SchulerSchiele Art
A bocca aperta. Sara rimasto così, Gustav Klimt, vedendo quei fogli dell’album. Come Perugino quando Raffaello gli avrà mostrato quel che papà gli aveva insegnato. Come chi avrà sentire suonare l’ancor più giovane Mozart. Come tutti quelli cui capita di t⋯
La scrittura delle donne
89% ArticoliCixous HélèneSocietà
Héléne Cixous rilegge il saggio di Freud sulla Testa di Medusa per rivendicare il potere dell’écriture feminine, della scrittura femminile. Da terrificante e mostruosa, Medusa si trasforma in una figura sorridente e sovversiva in grado di destabilizzare l⋯
Espressionismo austriaco
75% Edward Lucie-SmithMedia
Egon Schiele, grande rappresentante dell’espressionismo austriaco e uno dei più brillanti disegnatori di tutti i tempi; talento precoce, tanto che fu considerato, da molti dei suoi contemporanei, come il successore predestinato di Gustav Klimt, anche se n⋯
Filosofia e rivoluzione: il testo, il contesto e la trama
70% ArticoliFilosofiaRaimon Panikkar
“Philosophy and Revolution: the Text, the Context and the Texture” è un articolo che Panikkar ha pubblicato nel luglio del 1973 sulla rivista di studi interculturali «Philosophy East and West», vol. 23, n° 3, pp. 315-322. Mai apparso in traduzione italian⋯
Il mito di aracne
69% MitologiaPublio Ovidio Nasone
Aracne, figlia del tintore Idmone, era una fanciulla che viveva nella città di Colofone, nella Lidia, famosa per la sua porpora. Era molto conosciuta per la sua abilità di tessitrice e ricamatrice in quanto le sue tele erano considerate un dono del cielo ⋯