⋯
Senza la morte la vita non avrebbe senso. Heidegger ha definito l’essere umano come un “essere per la morte“: l’animale che è consapevole della sua finitudine. Sartre ha tradotto l’idea di Heidegger ad una visione più spiacente ed ha affermato che gli esseri umani siamo “una passione inutile“. Esistere per morire ed essere appassionato per il niente: è quella la scarna coscienza che ci costringe a immaginare un senso a quel non-senso che è il vivere. Giorno dopo giorno, senza mettere un termine, ma desiderando, abbiamo nel sesso un’immagine della morte: l’incontro impossibile con i fantasmi che mai concorrono all’appuntamento.

Crediti
 • Anonimo •
 • Pinterest •   •  •

Similari
 ⋯ Il caso Nietzsche
651% ArticoliFilosofiaGianni Vattimo
Nietzsche, accompagnato dalla sua cattiva reputazione di pensatore dei nazisti, fu poi riconsiderato, agli inizi degli anni ’60 del ventesimo secolo, da quel movimento che prese il nome: Nietzsche-Renaissance o il rinascimento nietzscheano, e soprattutto ⋯
Robert Doisnau ⋯ La chiacchiera come resistenza
225% ArticoliFilosofiaFrancesco Lamendola
Molte persone passano gran parte della loro vita sociale a parlare di cose insignificanti o, peggio, a sentenziare intorno a cose estremamente serie, ma senza alcuna serietà: così, solo per sentire il suono della propria voce e per essere confortate dal c⋯
 ⋯ L’essenza dell’uomo è la sua finitezza
223% FilosofiaGiovanni Romano Bacchin
L’essenza dell’uomo è la sua finitezza e la coscienza di essa. La coscienza è sapere che tutto il finito finisce nel proprio finire, che il finire del finito è il suo essere da sempre finito, perché altro non può essere, se non «finito». Il suo essere, da⋯
Mario Giacomelli ⋯ L’essenza della tecnica
202% ArticoliFausto BorrelliFilosofia
Noi non giungiamo mai a dei pensieri. Sono loro che vengono a noi. La filosofia implica una mobilità libera del pensiero, è un atto creativo che dissolve le ideologie. • Martin Heidegger • Le riflessioni di Martin Heidegger sull’essenza della tecnica mode⋯
Friedrich NietzscheUn nuovo chiarimento della questione “Nietzsche e Stirner”
160% ArticoliBernd A. LaskaFilosofia
Da giovane ho incontrato una pericolosa divinità e non vorrei raccontare a nessuno ciò che allora ho provato — tanto di buono quanto di cattivo. Così ho imparato a tacere, come pure che bisogna imparare a parlare, per ben tacere, che un uomo che vuole te⋯
 ⋯ Che cos’è l’uomo
92% ArticoliFilosofiaJózef Maria Bocheński
Rifletteremo ora sull’uomo. A suo riguardo i problemi filosofici sono così numerosi, che ora non è possibile nominarli tutti. La nostra meditazione si riferirà perciò necessariamente solo ad alcuni di essi. Prima di tutto, con i grandi pensatori del passa⋯