Egon Schiele ⋯

Il poeta si fa veggente mediante un lungo, immenso e ragionato sregolarsi di tutti i sensi.


Crediti
 • Arthur Rimbaud •
 • SchieleArt •   •  •

Similari
Oleg Shuplyak ⋯ Giungere all’ignoto!
312% Arthur RimbaudJohann Wolfgang GoetheLinguaggio
Nella vita ordinaria il linguaggio è appena sufficiente per capirsi perché con esso indichiamo solo relazioni superficiali. Non appena si parla di relazioni più profonde, allora emerge improvvisamente un altro linguaggio, quello poetico.Johann Wolfgang Go⋯
Egon Schiele ⋯ The artist sister, MelanieLa lettera del veggente
304% Arthur RimbaudSchiele Art
Ho stabilito di offrirle un’ora di letteratura nuova; e cominciamo subito con un salmo d’attualità: Dico che bisogna essere veggente, farsi veggente. Il Poeta si fa veggente mediante un lungo, immenso e ragionato sregolarsi di tutti i sensi. Tutte le form⋯
 ⋯ Egoisti che si proclamano autori
240% Arthur RimbaudLettere
L’intelligenza universale ha sempre sparso le sue idee naturalmente; gli uomini raccoglievano una parte di questi frutti del cervello: si agiva mediante, se ne scrivevano libri: si andava avanti così, perché l’uomo non lavorava su se stesso, non era ancor⋯
Egon Schiele ⋯ Girl with UmbrellaIl sentimento è primigenia manifestazione
56% Schiele ArtVito Mancuso
Io sento che la vita ha un senso e che questo senso è il bene, intendendo per «bene» l’armonia delle relazioni attuando le quali la natura fiorisce e produce livelli di organizzazione sempre più complessi e sempre più Vitali. Lo sento a partire dal sentim⋯
Egon Schiele ⋯ Death and MaidenEra una vita di ordine e di servizio rigoroso
56% Hermann HesseSchiele Art
Senza dubbio, dal punto di vista del convento, della ragione e della morale, la vita dell’abate Narciso era migliore, più giusta, più costante, più ordinata e più esemplare, era una vita di ordine e di servizio rigoroso, un sacrificio continuo, uno sforzo⋯
Daniele Cascone ⋯ Poeta transitivo
46% AforismiOctavio Paz
Ogni lettore è un altro poeta; ogni testo poetico, un altro testo. Aperto o chiuso, il testo esige l’abolizione del poeta che lo scrive e la nascita del poeta che lo legge.