⋯
Che cos’è la morte? Annosa questione che nel corso del tempo è stata sollevata innumerevoli volte dall’uomo senza che, per le sue incommensurabili implicazioni, si sia trovata una specifica risoluzione totalmente convincente e soddisfacente, ma che comunque ha comportato tantissimi sforzi in contestazioni che procedono dalle profondità della sapienza umana e si manifestano in diverse religioni, discipline, culture, ecc, come risposta confortante alla frustrazione, al dolore e alla disperazione che provoca la fine negli esseri viventi. Detta umana preoccupazione si manifesta nella filosofia, la quale si è posta la stessa domanda sin dalla sua nascita; e da qui lo stesso Platone dalla bocca di Socrate disponeva della filosofia come una preparazione alla morte, come un esercizio di buona morte per cercare di superare le continue paure e dilemmi che la circonda, tale come lo è la paura di perdere il corpo, la propria scomparsa, a ciò che si sta per lasciare o a coloro che si sta per lasciare, più la paura di ciò che verrà, o quello che accadrà, o non accadrà.

Crediti
 • Daniela Ortega de la Madrid •
 • Pinterest •   •  •

Similari
Il caso Nietzsche
549% ArticoliFilosofiaGianni Vattimo
Nietzsche, accompagnato dalla sua cattiva reputazione di pensatore dei nazisti, fu poi riconsiderato, agli inizi degli anni ’60 del ventesimo secolo, da quel movimento che prese il nome: Nietzsche-Renaissance o il rinascimento nietzscheano, e soprattutto ⋯
Filosofia e rivoluzione: il testo, il contesto e la trama
398% ArticoliFilosofiaRaimon Panikkar
“Philosophy and Revolution: the Text, the Context and the Texture” è un articolo che Panikkar ha pubblicato nel luglio del 1973 sulla rivista di studi interculturali «Philosophy East and West», vol. 23, n° 3, pp. 315-322. Mai apparso in traduzione italian⋯
Il dialogo della giustizia
388% ArticoliFilosofiaHan Ryner
Avendo udito Socrate adulare il talento di Eutidemo e sapendo che costui voleva dedicarsi alla politica, cercò l’occasione propizia per incontrarsi con lui e, vedendolo entrare nella bottega di un bottaio, entrò e l’abbordò con le seguenti parole: — È ver⋯
Da Zarathustra a Khomeini
342% ArticoliGerhard SchweizerLibri
La storia della Persia iniziò a Battria e prima ancora che un governatore vi regnasse in nome dei re divini, visse a Battria un uomo che sarebbe diventato, più di qualsiasi altro, una figura determinante per la notorietà della cultura persiana in occident⋯
Le origini romantiche della psicoanalisi e l’obiezione di Nietzsche
262% ArticoliPsicologiaUmberto Galimberti
A differenza di tutti i popoli della terra, l’uomo occidentale un giorno ha detto Io. L’ha annunciato Platone e l’ha esplicitato Cartesio. La psicologia ha catturato questa parola e ne ha fatto il centro della soggettività, dispiegando una visione del mon⋯