Finire nella tela del ragno

L’illusione di poter muovere le cose, di manipolare le persone, quando invece l’unico potere di decisione non spetta mai al soggetto – supremazia del soggetto, sempre sopravvalutata rispetto a quella dell’oggetto – ma al suo inconscio a quello che è il suo volere più profondo e non apparente; chi finisce nella tela del ragno è lui ad averlo deciso o meglio il suo inconscio e non il ragno.

Crediti
 • Autori Vari •
 • Pinterest • Paolo Caliari detto il Veronese •  •

Similari
 ⋯ Basi neurologiche della coscienza
289% ArticoliAutori VariNeuroscienze
Spesso non siamo consapevoli di quelle che sono le ragioni e le cause del nostro comportamento; più indaghiamo nei meandri della mente, più ci si accorge di quanto sia importante e potente il nostro inconscio. L’inconscio, come parte più intima di noi ste⋯
Impero, vent’anniImpero, vent’anni
211% Autori VariPolitica
Vent’anni fa, quando è stato pubblicato il nostro libro Impero, i processi economici e culturali della globalizzazione erano al centro della scena: tutti potevano vedere che stava emergendo qualcosa come un nuovo ordine mondiale. Oggi la globalizzazione è⋯
 ⋯ Dall’autorganizzazione alla comunizzazione
204% ArticoliAutori VariPolitica
Designare la rivoluzione come comunizzazione è dire questa cosa abbastanza banale, che l’abolizione del capitale è l’abolizione di tutte le classi, compreso il proletariato, e non la sua liberazione, il suo ergersi a classe dominante che organizza la soci⋯
 ⋯ Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo
48% ArticoliAutori VariSocietà
Considerato che il riconoscimento della dignità inerente a tutti i membri della famiglia umana e dei loro diritti, uguali ed inalienabili, costituisce il fondamento della libertà, della giustizia e della pace nel mondo; Considerato che il disconoscimento ⋯
 ⋯ Animalia
41% ArticoliAutori VariLibri
Avete sentito: E ciò che è più importante fra i mortali, tutto viene da noi: da noi, gli uccelli. Il minimo che si possa dire è che la ricerca moderna non ha confermato questa ipotesi. Ma bisogna ammetterlo: la ricerca moderna, che pure ha chiarito molti ⋯
 ⋯ Siete voi a creare l’oggetto
30% PercorsiUppaluri Krishnamurti
Quando guardate un oggetto non vedete quello, bensì vedete la conoscenza che avete dell’oggetto stesso. C’è l’illusione che il pensiero sia qualche cosa di diverso dall’oggetto, ma siete voi che create l’oggetto. L’oggetto può essere realmente là, ma ciò ⋯