⋯
Esiste una formula sacra, ripetuta in un modo o nell’altro da tutti gli scrittori:
«Rinnega te stesso per te stesso» (Gogol). «Per essere se stessi, bisogna rinnegare se stessi» (Ibsen). «Il rifiuto di sé non è rifiuto della personalità, ma la rinunzia della persona al proprio egoismo» (Solov’ëv). Tale formula è ripetuta decisamente da ogni uomo; vi si imbatte sempre, se vive una vita spirituale, per poco intensa che sia. Sarebbe banale, se non fosse sacra. E capirla è la cosa più difficile.

Crediti
 • Aleksandr Blok •
 • L'intelligencija e la rivoluzione •
 • Pinterest •   •  •

Similari
Il caso Nietzsche
540% ArticoliFilosofiaGianni Vattimo
Nietzsche, accompagnato dalla sua cattiva reputazione di pensatore dei nazisti, fu poi riconsiderato, agli inizi degli anni ’60 del ventesimo secolo, da quel movimento che prese il nome: Nietzsche-Renaissance o il rinascimento nietzscheano, e soprattutto ⋯
Difficile capire la banalità
283% Aleksandr Aleksandrovič BlokSchiele Art
Esiste una formula sacra, ripetuta in un modo o nell’altro da tutti gli scrittori: «Rinnega te stesso per te stesso …» (Gogol). «Per essere se stessi, bisogna rinnegare se stessi» (Ibsen). «Il rifiuto di sé non è rifiuto della personalità, ma la rinunzia ⋯
Dall’autorganizzazione alla comunizzazione
280% ArticoliPolitica
Designare la rivoluzione come comunizzazione è dire questa cosa abbastanza banale, che l’abolizione del capitale è l’abolizione di tutte le classi, compreso il proletariato, e non la sua liberazione, il suo ergersi a classe dominante che organizza la soci⋯
Un nuovo chiarimento della questione “Nietzsche e Stirner”
259% ArticoliBernd A. LaskaFilosofia
Da giovane ho incontrato una pericolosa divinità e non vorrei raccontare a nessuno ciò che allora ho provato — tanto di buono quanto di cattivo. Così ho imparato a tacere, come pure che bisogna imparare a parlare, per ben tacere, che un uomo che vuole te⋯
Celebrità per interposta persona
167% ArticoliFrancesco LamendolaSocietà
Il caso di Lou Andreas Salomé è particolarmente interessante per due ragioni, entrambe negative. La prima è che, con lei, compare in Europa, verso la fine dell’Ottocento, il nuovo tipi di donna che già alcuni scrittori avevano preannunziato nelle loro ope⋯