Egon Schiele ⋯
Mi è sempre parso che i nostri concittadini avessero due frenesie: le idee e la fornicazione. A diritto e a rovescio, per così dire.
Talvolta penso a quel che diranno di noi gli storici futuri.
Per l’uomo moderno, basterà una frase: “fornicava e leggeva giornali“.
Dopo questa definizione lapidaria, l’argomento, direi, sarà esaurito.

D’altronde, maschi e femmine, sono creature molto borghesi, venute qui, come al solito, per mitomania o per stupidità.
Per eccesso o per mancanza di immaginazione, insomma.

Crediti
 • Albert Camus •
 • La Caduta •
 • SchieleArt •   •  •

Similari
Nessuno mostrerà di volere qualcos’altro
62% FilosofiaPlatoneSchiele Art
E così evidentemente sin da quei tempi lontani in noi uomini è innato il desiderio d’amore gli uni per gli altri, per riformare l’unità della nostra antica natura, facendo di due esseri uno solo: così potrà guarire la natura dell’uomo. Dunque ciascuno di ⋯
Fuga al di là dei segni
28% Jean-Luc NancySchiele Art
Forse l’arte non ha, in prima istanza, altra definizione che l’eccesso e la fuga al di là dei segni. Da questo punto di vista l’arte “fa segno” (nel senso del tedesco winken, ammiccare, avvertire, segnalare), ma non è il segno di qualcosa né significa qua⋯
L’imprevedibile
26% Giancarlo LivraghiPsicologiaSchiele Art
La stupidità è pericolosa perché è imprevedibile. Lo dice il buon senso – e lo conferma chi ha studiato l’argomento. Ma questo è vero solo se ci aspettiamo che il comportamento umano (amico o nemico, favorevole o contrario) sia sempre ragionevole e coeren⋯
L’autorealizzazione di se medesimi
21% PsicologiaSchiele ArtUmberto Galimberti
La felicità è l’autorealizzazione di se medesimi, di se stessi, e questa è una definizione di Aristotele il quale ritiene che ogni uomo sia fornito di una vocazione, di una inclinazione, che lui chiama daimon, ciascuno ha il suo demone, il musicista, l’ar⋯
Non ho mai potuto far nulla di me
21% Fernando PessoaSchiele Art
Non c’è maggior tragedia che l’uguale intensità, nella stessa anima o nello stesso uomo, del sentimento intellettuale e del sentimento morale. Perché un uomo possa essere distintivamente e assolutamente morale, bisogna che sia un po’ stupido. Perché un uo⋯
Personaggio nel mondo
19% Henry MillerSchiele Art
Il personaggio interessa Dostoevskij non come un elemento della realtà che possiede determinati e stabili segni socialmente tipici e individualmente caratteriologici, non come figura determinata che nasce da tratti univoci e oggettivi che nel loro insieme⋯