Egon Schiele ⋯ Self portrait
Dove gli exlibris hanno inizio, comincia il vivo, – dove gli “scolari”, i morti viventi. – Vita? – Vita significa sprizzare il seme, vita significa gettare il seme, disperderlo, per? – per altri poveretti forse, per eterni scolari. Oh -, gli eterni scolari! Oh -, gli eterni uniformati! Oh -, gli eterni stati! Grande è il lamento per quelli che sono corpi vitali, il lamento del pubblico, quello del popolo, della massa, dei soldati, burocrati, maestri, inutili, artigiani, chierici, conformisti, nazionalisti, patrioti, contabili, persone di livello, e predisposte alla matematica. – La variazione? – I facenti e i non facenti. Bluff è già un’azione in quanto inventato. Parlare in realtà non è azione, tutt’al più un’azione morta. – Dove volano le parole? – Colui che esprime è artista. Colui che vive è unico. – Comprate! – Non quadri, non prodotti, non lavoro, quadri? – Fatti di me – non da me. – Comprarmi…

Crediti
 • Egon Schiele •
 • Frammenti •
 • SchieleArt •  Self portrait • 1910 •

Similari
Io eterno fanciullo
300% Egon SchieleSchiele Art
Dove gli exlibris hanno inizio, comincia il vivo, dove gli “scolari” i morti viventi. Vita? Vita significa sprizzare il seme, vita significa gettare il seme, disperderlo, per? Per altri poveretti forse, per eterni scolari. Oh, gli eterni scolari! Oh, gli ⋯
La cenere è il cadavere della legna
33% Emanuele SeverinoFilosofiaSchiele Art
Ho sempre usato per chiarire un poco queste affermazioni la metafora della legna e della cenere: la legna sta al vivente come la cenere sta al cadavere. La cenere è il cadavere della legna. Ma quando si esperisce la cenere, non si esperisce l’annientament⋯
Da quel niente tutto viene
28% Mariangela GualtieriPoesieSchiele Art
Giuro che io salverò la delicatezza mia la delicatezza del poco e del niente del poco poco, salverò il poco e il niente il colore sfumato, l’ombra piccola l’impercettibile che viene alla luce il seme dentro il seme, il niente dentro quel seme. Perché da q⋯
L’essenza del testo
23% ArticoliElena CarusoLinguaggioSchiele Art
Barthes attraverso “Il piacere del testo” analizza le ragioni che spingono il lettore ad avvicinarsi ad un testo con un atteggiamento cannibalesco, quasi ne volesse divorare il tessuto, l’essenza. Cosa spinge il lettore a “leggere fino a farsi del male! F⋯
Il conformismo è una forza tremenda
22% Dino BuzzatiSchiele Art
Un po’ più in là della tua solitudine, c’è la persona che ami. Che peso, la presenza di Dio per chi non la desidera. Il conformismo è la pace di colui che si sente in armonia con la massa che lo attornia. Oppure è l’inquietudine, il disagio, lo smarriment⋯
Il vento al fiore
22% Hermann HesseSchiele Art
Due persone possono andare d’accordissimo, parlare di tutto ed essere vicine. Ma le loro anime sono come fiori, ciascuno ha la sua radice in un determinato posto e nessuno può avvicinarsi troppo all’altro senza abbandonare la sua radice, cosa peraltro imp⋯