⋯ Caravaggio ⋯

Leggo nel gran codice del mondo: Di tutte le cose morte è misura. Silente indifferenza essa riposa dentro ogni forza ed ogni differenza: se vita e morte fossero disgiunte, da tempo il nulla regnerebbe il mondo. Nella morte, la morte dalla vita si scinde ed è perciò che l’uomo nomina tale vita chiamandola mortale. La vita nell’ardore del suo fuoco mille squarci nel corpo schiuderebbe, se non posasse fredda nel tuo grembo profondo morte e se attraverso il culo algide stille in corpo non grondassero; troppo il pulsare del tuo sangue e troppo poco imbrigliato il suo furioso corso, per non dare ruina col suo flutto alla rocca potente del tuo corpo, se non schiudesse varchi occulti alla marea del sangue e, buon flebotomo, flusso perpetuo alle tue vene aprisse alla bufera del vitale impulso non placasse nel grembo dell’eterno.

Crediti
 • Ludwig Feuerbach •
 • Pinterest • Caravaggio  •  •

Similari
 ⋯ L’inconsolabile
61% Cesare PaveseFrammentiTeatro
ORFEO: È andata così. Salivamo il sentiero tra il bosco delle ombre. Erano già lontani Cocito, lo Stige, la barca, i lamenti. S’intravvedeva sulle foglie il barlume del cielo. Mi sentivo alle spalle il frusciò del suo passo. Ma io ero ancora laggiù e avev⋯
Erwin Wurm ⋯ Deleuze kneeling downOmaggio a Fanny
58% Claire ParnetFrammentiGilles Deleuze
Senza dubbio le nostre distinzioni sono troppo sommarie. Bisognerebbe esaminare ogni preciso caso, e cercare per ognuno qual è la macchina o il “corpo senza organi”; dopodiché si dovrebbe vedere cos’è che vi passa, particelle e flussi, quale regime di seg⋯
Caravaggio  ⋯ La conversione di San PaoloLa bellezza del mondo nasconde un segreto
21% Cormac McCarthyFrammenti
Con l’ultima luce del giorno, quando il mirino del fucile era ancora visibile, cinque cervi entrarono nella bajada, drizzarono le orecchie e si misero a pascolare. Il ragazzo mirò alla femmina più piccola e sparò. Il baio di Blevins, pur legato, s’impennò⋯
⋯ Michelangelo Merisi da Caravaggio,  ⋯Pressione fra due solidi
19% FrammentiMaurice Merleau-Ponty
Abbiamo parlato sommariamente di una reversibilità del vedente e del visibile, del toccante e del toccato. È ora di sottolineare che si tratta di una reversibilità sempre imminente e mai realizzata di fatto. La mia mano sinistra è sempre sul punto di tocc⋯
Franz Kafka ⋯ 1905 circaIl midollo della caninità
19% FrammentiFranz Kafka
Perché rinfacci agli altri di essere taciturni e tu stesso taci? Facile rispondere: perché sono un cane. Essenzialmente chiuso e taciturno, proprio come gli altri, renitente alle mie domande, ostinato per paura. A rigore interrogo forse, almeno da quando ⋯
 ⋯ L’orrore dell’altro me stesso
17% FrammentiRobert Louis Stevenson
Sotto la tensione che mi causava questa maledizione incombente e in conseguenza della veglia continua a cui mi costringevo, ben al di là di quanto credevo possibile a creatura umana, mi ridussi a un povero essere consumato e svuotato dalla febbre, debole ⋯