Egon Schiele ⋯
E un segno meraviglioso apparve nel cielo: una Donna vestita di sole, con la luna ai suoi piedi e sul capo una corona di dodici stelle. E gridava per le doglie del parto. E un altro prodigio apparve in cielo: vidi un grande dragone color del fuoco con sette teste e dieci corna e sette diademi sulle teste. Con la coda spazzò via un terzo delle stelle del cielo e le fece precipitare sulla terra. E il dragone stava davanti alla Donna sul punto di partorire, per divorarne il figlio appena fosse nato. E la Donna diede alla luce un figlio maschio, colui che avrebbe governato i popoli con scettro di ferro: e il bambino fu allevato presso Dio, accanto al suo trono.

Crediti
 • Anonimo •
 • Apocalisse •
  • Bibbia •
 • SchieleArt •   •  •

Similari
La scrittura delle donne
437% ArticoliCixous HélèneSocietà
Héléne Cixous rilegge il saggio di Freud sulla Testa di Medusa per rivendicare il potere dell’écriture feminine, della scrittura femminile. Da terrificante e mostruosa, Medusa si trasforma in una figura sorridente e sovversiva in grado di destabilizzare l⋯
Il Codice di Hammurabi
298% ArticoliStorieWikipedia
Quando Anu il Sublime, Re dell’Anunaki, e Bel, il signore di Cielo e terra, che stabilirono la sorte del paese, assegnarono a Marduk, il pantocratore figlio di Ea, Dio della giustizia, il dominio su ogni uomo sulla faccia della terra, e lo resero grande f⋯
La sfera delle stelle fisse
229% AstrofisicaMargherita Hack
Cos’è l’universo? Beh, l’universo è tutto quello che possiamo osservare.Certo che l’universo degli antichi era molto, ma molto più piccolo, molto più casereccio del nostro: c’era la Terra al centro, la Luna, il Sole, i pianeti fissi su delle sfere cristal⋯
Un nuovo chiarimento della questione “Nietzsche e Stirner”
179% ArticoliBernd A. LaskaFilosofia
Da giovane ho incontrato una pericolosa divinità e non vorrei raccontare a nessuno ciò che allora ho provato — tanto di buono quanto di cattivo. Così ho imparato a tacere, come pure che bisogna imparare a parlare, per ben tacere, che un uomo che vuole te⋯
La vita di Gea
112% ArticoliFrancisco DomeneRacconti
C’era che non c’era. C’era una volta che non c’era niente; anteriore al no e allo stesso tempo era il sì e il no. Non esistendo il tempo, un orologio sarebbe subito impazzito, perché non c’era nulla da misurare: né notte o giorno, né silenzio o rumore, né⋯