Guasto incessante

Le macchine desideranti non funzionano se non guastate, se non guastandosi incessantemente.


Crediti
 • Autori Vari •
  • Giles Deleuze e Felix Guattari •
 • Pinterest •   •  •

Similari
 ⋯ Pensiero neurofilosofico
115% Autori VariNeuroscienze
Tradizionalmente, le teorie dominanti sulla filosofia della mente e le scienze cognitive hanno marginalmente considerato il ruolo del corpo nella situazione ambientale, per comprendere la natura della cognizione. Negli ultimi decenni, diversi autori hanno⋯
Montaggio di macchine desiderantiMontaggio di macchine desideranti
108% Autori VariFilosofiaSchiele Art
Leggere un testo infatti non è mai un esercizio erudito alla ricerca dei significati, ancor meno un esercizio altamente testuale in cerca di un significante, ma un uso produttivo della macchina letteraria, un montaggio di macchine desideranti, esercizio s⋯
 ⋯ Rompiamo le righe
71% Autori VariPolitica
Tutti in riga. Così ci vogliono, dal primo all’ultimo respiro. In riga nelle aule scolastiche, alle casse dei supermercati, sul posto di lavoro, incolonnati nel traffico, negli uffici della burocrazia, nei seggi elettorali… fino ad arrivare all’ultima rig⋯
Artaud: scrittura/figuraArtaud: scrittura/figura
67% Autori VariFilosofia
Parola e verità – L’aspra salita cuore e labbro ha inaridito, pure ecco infine il dolce premio: sei riuscito! Del vero il tempio s’erge in sacro sito. Ma dal buio urla una voce: fatti indietro! Qui non riesce a penetrare alcun mortale: un gigante, il Verb⋯
Il sapere della pssicoanalisiIl sapere della pssicoanalisi
42% Autori VariPsicologia
Chi ha dato agli psicoanalisti il loro sapere? Ad esempio, Lacan, quello che egli chiama il discorso psicoanalitico e l’esperienza analitica gli insegna quello che sa. E ognuno insegna ciò che l’altro gli ha insegnato. Neghiamo (e da chi se non?) che Lac⋯
 ⋯ La geografia della mente
42% ArticoliAutori VariNeuroscienze
L’interesse dell’uomo per lo studio del cervello ha radici molto antiche. Un papiro egiziano che risale al diciassettesimo secolo, a.c. contiene, in geroglifici, la parola cervello in numerose ricorrenze; si sa, infatti, che gli antichi egizi operavano su⋯