Ha toccato il più elusivo degli imponderabili![Dottor Jung] lei crede fermamente nella possibilità della felicità nella vita, anche nel matrimonio?
Ha toccato il più elusivo degli imponderabili! Comunque sia, una cosa è certa: le notti sono tante quanti i giorni e nel corso dell’anno la loro durata si equivale. Neppure la vita più felice è priva di una misura di tenebra, anzi la parola stessa «felicità» perderebbe significato se non fosse controbilanciata dalla tristezza. Beninteso è comprensibile che si cerchi la felicità e si vogliano evitare le situazioni infelici e sgradevoli, anche se la ragione ci insegna che un simile atteggiamento è illogico, perché equivale a darsi la zappa sui piedi: quanto più accanitamente si insegue la felicità, tanto più sicuramente ce ne si allontana. È molto meglio, dunque, prendere le cose come vengono, con pazienza ed equanimità. Dopotutto, di tanto in tanto ci sarà pure in serbo per noi qualcosa di bello, di felice o di piacevole nella sacca della dea Fortuna, in mezzo ai suoi doni, grandi e piccoli.

Crediti
 Carl Gustav Jung
 Jung parla
 Pinterest • Gustave Doré Il martirio di santo Stefano • The Dore Gallery of Bible Illustrations




Quotes per Carl Gustav Jung

Dunque, al tempo in cui la conobbi, S. W. conduceva una vita straordinariamente contraddittoria, una vera e propria «doppia» vita, con due personalità coesistenti, ovvero alternanti, ciascuna delle quali lottava per il sopravvento. Ora fornirò alcuni tra i particolari più interessanti delle sedute in ordine cronologico.  Psicologia e patologia dei cosiddetti fenomeni occulti

Nella stessa misura in cui non accetta l'altro, l'uomo non riconosce il diritto all'esistenza all'altro che è in lui, e viceversa. La capacità di condurre un dialogo interiore è una pietra di paragone per l'obiettività esterna.

Ringrazio il destino di avere benevolmente impedito alla mia barca di approdare sulle aride sponde di una raccapricciante conclusività. Chi cerca trova, e colui che sempre cerca, sempre trova. Per questo sono felice di non vedere alcuna conclusività da nessuna parte, bensì un'oscura distesa piena di misteri e di avventura.  Sulla psicologia

L'arte di lasciare accadere le cose, l'azione attraverso la non-azione, lasciarsi andare, come insegnato da Meister Eckhart, è diventata per me la chiave che apre la porta alla strada.

Ma dopo aver pronunciato queste parole, notai che ΦΙΛΗΜΩΝ sta dietro di me e che proprio lui mi aveva ispirato tali parole. Venne accanto a me, invisibile, e io avvertii la presenza del buono e del bello. E mi parlò con voce sommessa e profonda: «Togli, o uomo, più che puoi anche il divino dalla tua anima […]»  Il libro rosso