Home

Il consenso razionale

Renato Guttuso ⋯ L'occupazione delle terre incolte in Sicilia Le volontà dei membri della comunità potrebbero scagliarsi ciascuna nel conseguimento dei propri interessi privati, molteplici, contrapposti, e in questa maniera la potenza o la forza della volontà di uno annullerebbe quella dell’altro, e darebbe come risultato l’impotenza. Al contrario, se le volontà potessero ⋯

Il destino non è più della politica, bensì l’economia

 ⋯
Che i contrasti economici siano divenuti politici e che sia potuto sorgere il concetto di «posizione di potere economica» indica solo che IL CULMINE DI DEL ‘POLITICO’ PUÒ ESSERE RAGGIUNTO PARTENDO DALL’ECONOMIA, come da ogni altro settore della realtà. Sotto questa impronta è nata ⋯

Numeri amici

⋯  ⋯
Ti ho mai detto che cosa mi aveva attirato verso Pitagora? Il fatto che è stato lui ad inventare la parola amicizia. Lo sapevi? Quando gli chiesero che cosa era un amico, lui rispose: “Colui che è l’altro me stesso, come accade ai numeri ⋯

Per un domani migliore

⋯  ⋯
In una parola, l’innamorato della vita vuol goderla pienamente… Non potrei definire ciò che è la felicità: però anche il refrattario che non si adatta all’ambiente prova soddisfazioni… Mi si dirà che questa lotta [per un migliore domani] è piena di ostacoli, che i ⋯

Soggetto-Oggetto

 ⋯ Vi è irriducibilità tra l’intenzione del linguaggio, che è pensiero, e il linguaggio che è “i linguaggi” e ne è propriamente l’oggettivazione. “Io intendo” corrisponde a “io penso”. “Io penso” è già per se stesso “io mi penso”, ma io intendo pensarmi come “io”, ⋯

Deh, or mi dì: quanto tesoro volle

Gustave Doré ⋯ L'angelo al sepolcro
Deh, or mi dì: quanto tesoro volle
Nostro Segnore in prima da san Pietro
ch’ei ponesse le chiavi in sua balìa?
Certo non chiese se non “Viemmi retro”. [… ] E se non fosse ch’ancor lo mi vieta
la reverenza de le somme chiavi ⋯

J125AOPjnu-01

 ⋯
 ⋯
La soppressione della religione in quanto felicità illusoria del popolo è il presupposto della sua vera felicità. La necessità di rinunciare alle illusioni sulla propria condizione, è la necessità di rinunciare a una condizione che ha bisogno di illusioni. La critica della religione ⋯

tfRXggrxeO-02

 ⋯
 ⋯
L’uomo fa la religione, e non la religione l’uomo… La miseria religiosa è insieme l’espressione della miseria reale e la protesta contro la miseria reale.
La religione è il sospiro della creatura oppressa, il sentimento di un mondo senza cuore.
E’ l’oppio del popolo. ⋯

Oh vana gloria de l’umane posse!

Gustave Doré ⋯ Il muto possedeva
Oh vana gloria de l’umane posse!
com’ poco verde in su la cima dura,
se non è giunta da l’etati grosse!
Credette Cimabue ne la pittura
tener lo campo, e ora ha Giotto il grido,
sì che la fama di colui è scura.
Così ⋯

Non riesco a sbarazzarmi di decifrare

⋯ Felice Casorati ⋯
Quella strana convinzione che le vicende che mi capitano abbiano un senso ulteriore, significhino qualcosa; che la vita con le sue vicende racconti qualcosa di sé, ci sveli gradatamente qualche suo segreto, stia davanti a noi come un rebus il cui senso è necessario ⋯

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi