I beni economici

Per soddisfare i bisogni umani, è necessario produrre beni economici da distribuire nella società. Le persone soddisfano i loro bisogni consumando beni e servizi. I primi, i beni, sono materiali: vestiti, cibo, elettrodomestici, automobili; mentre i servizi che sono prestazioni alle persone come la salute, i trasporti o l’istruzione, sono immateriali. I beni economici possono anche essere classificati in base al loro grado di scarsità. I beni liberi sono quelli che sono illimitati e quindi sono disponibili, gratuitamente, per tutti: ad esempio, l’aria o la luce solare. I beni economici sono tutti quelli che scarseggiano e quindi hanno un prezzo. A seconda della loro funzione, possono essere classificati come beni di consumo o beni capitali. I beni di consumo sono quelli che si dedicano direttamente a soddisfare un bisogno specifico come il cibo. I beni capitali, noti anche come beni di produzione, vengono utilizzati per ottenere altri beni. Può accadere che lo stesso bene sia destinato al consumo o alla produzione a seconda dell’uso che ne viene dato. L’evoluzione dei bisogni e il modo per soddisfarli dipende, tra gli altri fattori, dalla classe o dal gruppo sociale a cui appartengono, dal momento storico in cui vivono, dall’area geografica in cui nascono, dal grado di sviluppo di un paese e il modo in cui il reddito nazionale è distribuito tra i suoi abitanti. Pertanto, sebbene la scarsità sia universale, il grado in cui si manifesta tra paesi e persone è sostanzialmente diverso; cioè, la scarsità è relativa. In sintesi, i beni economici si caratterizzano per essere esauribili e perché possono essere acquistati e venduti, cioè sono merce e hanno un prezzo.

Crediti
 • Anonimo •
 • Pinterest •   •  •

Similari
 ⋯ L’unione libera
47% AnonimoIdee
Gli anarchici rifiutano l’organizzazione del matrimonio. Essi affermano che due persone che si amano non hanno bisogno di autorizzazioni da parte di terzi per dormire insieme e dal momento in cui la loro volontà gli conduce al letto, la società non ha nul⋯

 ⋯ I ciechi e l’elefante
40% AnonimoPsicologiaRacconti
C’era una volta un re che ordinò al suo ministro: Riunisci in una piazza tutti gli uomini del regno, che sono ciechi fin dalla nascita!. Il ministro eseguì l’ordine e quindi lo annunziò al re. Questi si recò sulla piazza, dov’erano riuniti i ciechi, ed or⋯

 ⋯ L’avvento delle radio private
36% AnonimoArticoliStorie
In Italia e non solo, il profondo malessere sociale accumulato negli anni ’60 per via di uno sviluppo economico tendente unicamente al consumismo e noncurante delle esigenze di quel protagonismo giovanile che iniziava ad emergere, sfociò in una forte onda⋯

 ⋯ Sollevazione generale
35% AnonimoArticoliIdee
L’austerithy è una delle componenti della perdita di significato dell’esistenza di ognuno. È evidente che solo i pochi possono trarre vantaggio dalle sofferenze economiche alle quali sottopongono i molti. A quali poteri e a quali potenti risulta utile il ⋯

⋯  ⋯Il filo nero della storia
30% AnonimoArticoliSocietà
Che senso ha riproporre oggi testi rivoluzionari del passato, pubblicare scritti e documenti sui movimenti rivoluzionari o sulle rivolte di un tempo? Secondo alcuni nessuno, essendo stata ogni prospettiva rivoluzionaria sconfitta dalla storia, per cui ogn⋯

⋯  ⋯È nata una nuova ideologia
28% AnonimoSocietà
Un cadavere si aggira per il mondo. Il cadavere dell’ideologia. Laddove la teoria è l’insieme organico delle idee possedute da un individuo, per ideologia si può intendere l’insieme di idee che possiedono un individuo. E le idee che costituiscono una ideo⋯