I falsi ideali di guerra: una realtà che i potenti ignoranoLa guerra piace ai politici che non la conoscono. (…) La guerra piace a chi ha interessi economici, che se ne sta ben distante dalle guerre. Chi invece la conosce si fa un’idea molto presto. Io che non sono tanto furbo ci ho messo qualche anno per capire che non importa se c’è un’altra guerra. Che sia contro il terrorismo, per la democrazia o i diritti umani. Ogni guerra ha una costante: il 90% delle vittime sono civili, persone che non hanno mai imbracciato un fucile. Che non sanno neanche perché gli arriva in testa una bomba. Le guerre vengono dichiarate dai ricchi e potenti, che poi ci mandano a morire i figli dei poveri.

Crediti
 Gino Strada
  intervento ai Right Livelihood Awards 2015
 Pinterest •   • 




Quotes per Gino Strada

Intanto perché la guerra è distruttiva. Ha dei costi umani, e non solo, terribili.
La guerra è l'elemento che impedisce lo sviluppo della persona umana. Non sono soltanto morti, feriti e mutilati: è povertà, è fame, sono profughi, sono tutte conseguenza che vanno insieme e stanno insieme, generano guerre e sono generate da guerre.
E il primo passo è quella di abolirla.
Che non è il punto di arrivo, è solo il primo passo. È possibile? Io credo proprio di sì.

Se uno di noi, uno qualsiasi di noi esseri umani, sta in questo momento soffrendo come un cane, è malato o ha fame, è cosa che ci riguarda tutti. Ci deve riguardare tutti, perché ignorare la sofferenza di un uomo è sempre un atto di violenza, e tra i più vigliacchi.