Carlo Michelstaedter
Tutti i progressi della civiltà sono regressi dell’individuo. Ogni progresso nella tecnica istupidisce per quella parte il corpo dell’uomo… Così ai nostri giorni sono istupiditi ad esempio i fabbri, che un tempo da un blocco di ferro sapevano a forza di fuoco, di martello e di scalpello foggiare qual si volesse oggetto, che oggi sanno appena adattare e congiungere con le viti pezzi fatti che arrivano dalle fabbriche o dalle fonderie… E al loro posto sono subentrate le masse di tristi e stupidi operai delle fabbriche che non sanno che un gesto, che sono quasi l’ultima leva delle loro macchine.

Crediti
 • Carlo Michelstaedter •
 • La persuasione e la rettorica •
 • Pinterest •   •  •

Similari
 ⋯ È la penna che prende lo scrittore
39% FrammentiMilan Kundera
“Sarà un romanzo dentro il romanzo e la storia più erotica che abbia mai scritto”. Lo scrittore è uomo di parola in ogni senso e con questa ci avvolge, ci scompone in mille pezzi per ricomporci in tutti i possibili “altrove” e ritorniamo vivi in quel gest⋯
⋯  ⋯Sexistenza
33% Anna Maria TocchettoFrammentiJean-Luc Nancy
Esiste l’amore in tutta la sterminata estensione del termine, l’amore senza confini, l’amore per l’umanità, il mondo, la musica, il mare o la montagna, la poesia o la filosofia, che è essa stessa amore della sapienza. Non è così? Quest’ultima, a sua volta⋯
István SándorfiOggetto della nostra esperienza
25% FrammentiStefano Zecchi
Non abbiamo bisogno di alcuna particolare conoscenza per sapere che il mondo in cui viviamo non è una illusione o un sogno. Proviamo però a spiegare questa credenza che si basa sull’esperienza personale con delle affermazioni che abbiano una validità che ⋯
 ⋯ I botoli ringhiosi
24% Autori VariFrammenti
Quando Dante, ospite ingrato, definì gli aretini “botoli ringhiosi”, le sue intenzioni erano offensive. Di quell’insulto gli aretini hanno fatto un motivo d’orgoglio, e direi giustamente, se ci si ricorda perché il sommo poeta ci appiccicò quell’etichetta⋯
 ⋯Ero stranamente commosso
23% FrammentiMilan Kundera
La donna si allontanava in costume da bagno facendo il giro della piscina. Superò il maestro di nuoto e quando si trovò a quattro cinque passi di distanza, girò la testa verso di lui, sorrise e lo salutò con la mano. E in quel momento mi si strinse il cuo⋯
Eugene de Blaas ⋯ The Athenaeum - AcceptedL’intimità del gesto precede la parola
23% FrammentiFrançois Jullien
Anche se sembra abituale, banale, cioè di ogni istante, un gesto intimo è “inaudito”. Anche se non ce ne rendiamo conto o non vi facciamo caso, costituisce sempre, di per sé, un evento: un gesto intimo è sempre nuovo, non si esaurisce, altrimenti non è pi⋯