⋯

Lo schiavo che non organizza la propria ribellione, non merita compassione per la sua sorte. Questo schiavo è responsabile della sua sfortuna, se nutre qualche illusione quando il padrone gli promette libertà.


Crediti
 • Thomas Sankara •
 • Pinterest •   •  •

Similari
 ⋯ Dall’autorganizzazione alla comunizzazione
255% ArticoliAutori VariPolitica
Designare la rivoluzione come comunizzazione è dire questa cosa abbastanza banale, che l’abolizione del capitale è l’abolizione di tutte le classi, compreso il proletariato, e non la sua liberazione, il suo ergersi a classe dominante che organizza la soci⋯
 ⋯ Vogliate essere liberi, e lo sarete!
237% Michail BakuninPolitica
Cari compagni, vi ho detto la volta scorsa che due grandi avvenimenti storici avevano fondato la potenza della borghesia: la rivoluzione religiosa del sedicesimo secolo, conosciuta col nome di Riforma, e la grande Rivoluzione politica del secolo scorso. Ho⋯
Hans Silvester ⋯ People of the Omo ValleyTestamento Politico di Sartre
139% ArticoliJean-Paul SartrePolitica
Abolizione del governo in tutte le sue forme, monarchica o repubblicana, che si basa sull’ egemonia di uno solo nell’egemonia della maggioranza. Istituzione dell’anarchia, della sovranità individuale, della libertà totale, illimitata, assoluta libertà di ⋯
 ⋯ Libertà consumatrice di libertà
104% Michel FoucaultPolitica
La libertà non va considerata come un universale che presenterebbe, nel tempo, un compimento progressivo, o delle variazioni quantitative, o delle amputazioni più o meno gravi, degli occultamenti più o meno rilevanti. La libertà non è un universale che si⋯
 ⋯ XII/XX Tesi di politica
71% Enrique DusselPolitica
Le vittime del sistema politico vigente non-possono-vivere pienamente (per questo sono vittime). La loro volontà-di-vivere è stata negata dalla volontà-di-potere dei potenti. Questa volontà-di­vivere contro tutte le avversità, il dolore e l’imminente mort⋯
⋯  ⋯La libertà di udire
69% Max StirnerPolitica
Della libertà di stampa si suole mettere in rilievo soltanto un lato, quello che essa è la libertà di parola, e si trascura completamente l’altro, quello cioè che per mezzo di tale libertà viene assicurata la altrettanto inalienabile libertà di ascoltare.⋯