⋯ ⋯
Oggi c’è una cosa importante che mi sembra scomparire sotto la valanga di commenti all’opera di Michel Foucault. È la pulsione radicalmente sovversiva che muove la sua pratica intellettuale. In un’intervista Foucault parla del concetto di rétivité, vale a dire di una riluttanza in senso forte. Penso che oggi bisogna ritrovare questa radice profonda del suo pensiero: la capacità di resistere. Foucault stesso fu un pensatore e un uomo pubblico in costante tensione *contro*, sempre pronto a opporsi e a smantellare i dispositivi di potere. Oltre a tutti gli apporti indispensabili di Foucault a molti ambiti di pensiero, penso sia importante l’aspetto esplosivo della sua opera. Dobbiamo cercare di affermare questa ricchezza contro i commentatori universitari, contro gli odiosi imbalsamatori di Foucault, che cercano di sterilizzare il suo pensiero attraverso l’Università, neutralizzandone la carica sovversiva.

Crediti
Didier Eribon
Lo spettro di Foucault
Pinterest • Emiliano Gentilini dal libro Donne di Trastevere – La Sora Rina, la fruttarola di Vicolo del Cinque •
Similari
Il caso Nietzsche
626% ArticoliFilosofiaGianni Vattimo
Nietzsche, accompagnato dalla sua cattiva reputazione di pensatore dei nazisti, fu poi riconsiderato, agli inizi degli anni ’60 del ventesimo secolo, da quel movimento che prese il nome: Nietzsche-Renaissance o il rinascimento nietzscheano, e soprattutto ⋯
Nietzsche nel lavoro di Michel Foucault
411% ArticoliRamón Chaverry
È plausibile che fin dagli albori del secolo scorso, Nietzsche sia stato uno dei filosofi più letti e citati. Della sua opera, che ha segnato la modernità per l’apporto di poderose intuizioni, tanto che ancora oggi fa discutere, molte sono le letture vari⋯
La scrittura delle donne
285% ArticoliCixous HélèneSocietà
Héléne Cixous rilegge il saggio di Freud sulla Testa di Medusa per rivendicare il potere dell’écriture feminine, della scrittura femminile. Da terrificante e mostruosa, Medusa si trasforma in una figura sorridente e sovversiva in grado di destabilizzare l⋯
Sapere di non essere
225% IneditiSergio Parilli
Ho rivisto finalmente a Julián. Veniva da altri mondi non sconosciuti per lui, visto che è riuscito a tornare senza bussola. Non era tenuto a tornare, anche perché se stava bene dove era arrivato poteva restarci in eterno, visto che era previsto un viaggi⋯
Il pensiero eterocentrico
215% ArticoliMonique WittigSocietà
Negli ultimi venti anni, il linguaggio ha dominato i sistemi teorici e le scienze umanistiche, penetrando così, nelle discussioni politiche dei movimenti delle lesbiche e di liberazione delle donne. Si tratta di un campo politico importante, in cui entra ⋯