Il destino della ricerca
Solo sul fondamento dello stupore, […] sorge il «perché?», e solo in quanto il perché è possibile come tale, noi possiamo domandare dei fondamenti e fondare in modo determinato. Solo perché possiamo domandare e fondare, è assegnato alla nostra esistenza il destino della ricerca.
[…] Ma questo andare oltre è la metafisica stessa. Ciò implica che la metafisica faccia parte della «natura dell’uomo». Essa non è una disciplina della filosofia universitaria, né un campo di pensate arbitrarie. La metafisica è l’accadimento fondamentale nell’esserci. Essa è l’esserci stesso. […] allora non ci siamo presentati la metafisica dall’esterno, e neppure ci siamo «trasferiti» in essa. Noi non possiamo affatto trasferirci nella metafisica perché, in quanto esistiamo, siamo già da sempre in essa.

Crediti
 Martin Heidegger
 Che cos'è metafisica?
 Pinterest • Vincent van Gogh  • 




Quotes per Martin Heidegger

Insegnare è più difficile dell'imparare, perché insegnare significa: far imparare. Chi propriamente insegna non fa imparare null'altro che questo imparare.

Non sempre una domanda chiede una risposta. Spesso chiede di essere dispiegata (entfaltet), affinché ceda quello che ha di più essenziale e dischiuda i riferimenti che si aprono quando ci si appropria di ciò che segretamente custodisce. La risposta, infatti, è solo l’ultimissimo passo del domandare. E una risposta che congeda il domandare annienta se stessa come risposta e non è quindi in grado di fondare alcun sapere, ma solo di consolidare il mero opinare.  Nietzsche

Noi non sperimentiamo mai veramente il morire degli altri; in realtà non facciamo altro che esser loro vicini.  Essere e Tempo

Noi non giungiamo mai a dei pensieri. Sono loro che vengono a noi.
La filosofia implica una mobilità libera del pensiero, è un atto creativo che dissolve le ideologie.

La parola non arriva ancora a parlare giacché proprio con il suo mancare perviene al primo salto. Ciò che toglie la parola è l'evento in quanto cenno e capitare dell'essere.