Il dolce veleno della vanità
Uno scrittore non dimentica mai la prima volta che accetta qualche moneta o un elogio in cambio di una storia. Non dimentica mai la prima volta che avverte nel sangue il dolce veleno della vanità e crede che, se riuscirà a nascondere a tutti la sua mancanza di talento, il sogno della letteratura potrà dargli un tetto sulla testa, un piatto caldo alla fine della giornata e soprattutto quanto più desidera: il suo nome stampato su un miserabile pezzo di carta che vivrà sicuramente più a lungo di lui. Uno scrittore è condannato a ricordare quell’istante, perché a quel punto è già perduto e la sua anima ha ormai un prezzo.

Crediti
 • Carlos Ruiz Zafón •
 • Il gioco dell'angelo •
  • Incipit •
 • SchieleArt •   •  •

Similari
Egon Schiele ⋯ SunflowerL’essenza del testo
57% ArticoliElena CarusoLinguaggioSchiele Art
Barthes attraverso Il piacere del testo analizza le ragioni che spingono il lettore ad avvicinarsi ad un testo con un atteggiamento cannibalesco, quasi ne volesse divorare il tessuto, l’essenza. Cosa spinge il lettore a leggere fino a farsi del male! Fino⋯

Egon Schiele ⋯ Il Tao partorisce l’Uno
48% FilosofiaLao TzuSchiele Art
Dà alla luce yin e yang. Yin e yang danno vita a tutte le cose. Ora dimentica questo. Il tutto è completo, l’intero è completo. Così è anche una parte del tutto completo. Dimentica anche questo. Il dolore e la felicità sono semplicemente condizioni dell’I⋯

Egon Schiele ⋯ Paintings during a preview of the exhibitionIl dubbio offende
43% Carlos Ruiz ZafónSchiele Art
«Come si esce di qui?» «Se ha tanta fretta… Ci sono due modi, quello permanente e quello temporaneo. Quello permanente è dal tetto: un bel salto e si libera per sempre da tutta questa schifezza. L’uscita temporanea è lì in fondo, dove c’è quel rimbambit⋯

Egon Schiele ⋯ Femme allongee en tenue legerePromemoria dei debiti di Herbert
35% Charles DickensSchiele Art
– Allora, Herbert, – rispondevo – parliamo con serietà dei nostri affari. Ricavavamo sempre una profonda soddisfazione dal darci appuntamento a questo scopo. Io pensavo sempre che era quello ciò che significava occuparsi d’affari, che era quello il modo d⋯

Egon Schiele ⋯ LL’abbraccio: opera che parla ai nostri giorni
34% ArticoliDaniel di SchulerSchiele Art
A bocca aperta. Sara rimasto così, Gustav Klimt, vedendo quei fogli dell’album. Come Perugino quando Raffaello gli avrà mostrato quel che papà gli aveva insegnato. Come chi avrà sentire suonare l’ancor più giovane Mozart. Come tutti quelli cui capita di t⋯

Egon Schiele ⋯ Le cose sono nascoste nei loro contrari
33% Muhammad Al-Arabî ad-DarqâwîSchiele Art
Le cose sono indubitabilmente nascoste nei loro contrari, il profitto nella perdita, il dono nel rifiuto, l’onore nell’umiliazione, la ricchezza nell’indigenza, la forza nella debolezza, l’ampiezza nella strettezza, l’elevazione nell’abbassamento, la vita⋯