Il modo di guardare il prossimo e se stessiLe cose che la Letteratura può ricercare e insegnare sono poche ma insostituibili: il modo di guardare il prossimo e se stessi, di porre in relazione fatti personali e fatti generali, di attribuire valore a piccole cose o a grandi, di considerare i propri limiti e vizi e gli altrui, di trovare la proporzione della vita e
il posto dell’amore in essa, e la sua forza e il suo ritmo e il posto della morte, il modo di pensarci o non pensarci.
La Letteratura può insegnare la durezza, la pietà, la tristezza, l’ironia, l’umorismo, e tante altre cose necessarie e difficili.

Crediti