Il pensiero è l'ambito di un essere presi
[…] il pensiero non è una facoltà dell’uomo in quanto capace di rappresentarsi l’essere, ma è piuttosto l’appartenenza dell’uomo stesso all’essere, il luogo in cui quest’ultimo appare, in una svelatezza che è tutt’altro dalla trasparenza, poiché è già la differenza del manifestarsi. Più che un prendere, il pensiero è l’ambito di un essere presi: in una visibilità che non controlliamo, in un’esteriorità che non si lascia assimilare. Esso si dà come ciò che impedisce di aderire compiutamente alla prospettiva della coscienza, producendo in essa uno sfocamento, disturbando la sua chiarezza. L’interiorità è infatti abitata da un fuori, o, addirittura, abita in un fuori: in ciò da cui dovrebbe per principio, separarsi. In questo sconfinamento – che coincide con il pensiero – si mostra il luogo dello spaesamento […]

Crediti
 • Martin Heidegger •
 • Introduzione alla Merafisica •
 • SchieleArt •   •  •

Similari
 ⋯ Il caso Nietzsche
1351% ArticoliFilosofiaGianni Vattimo
Nietzsche, accompagnato dalla sua cattiva reputazione di pensatore dei nazisti, fu poi riconsiderato, agli inizi degli anni ’60 del ventesimo secolo, da quel movimento che prese il nome: Nietzsche-Renaissance o il rinascimento nietzscheano, e soprattutto ⋯

 ⋯ Sapere di non essere
637% IneditiSergio Parilli
Ho rivisto finalmente a Julián. Veniva da altri mondi non sconosciuti per lui, visto che è riuscito a tornare senza bussola. Non era tenuto a tornare, anche perché se stava bene dove era arrivato poteva restarci in eterno, visto che era previsto un viaggi⋯

 ⋯ Dall’autorganizzazione alla comunizzazione
579% ArticoliAutori VariPolitica
Designare la rivoluzione come comunizzazione è dire questa cosa abbastanza banale, che l’abolizione del capitale è l’abolizione di tutte le classi, compreso il proletariato, e non la sua liberazione, il suo ergersi a classe dominante che organizza la soci⋯

 ⋯ L’esperienza e la verità
553% Carlo SiniFilosofia
Il dibattito sulla oggettività e il cosiddetto pensiero forte del nuovo realismo ha trovato ampio spazio soprattutto sul quotidiano «la Repubblica». Può essere utile partire di qui, perché è vero che gli articoli di giornale non consentono quella articola⋯

 ⋯ Impero, vent’anni
521% Autori VariPolitica
Vent’anni fa, quando è stato pubblicato il nostro libro Impero, i processi economici e culturali della globalizzazione erano al centro della scena: tutti potevano vedere che stava emergendo qualcosa come un nuovo ordine mondiale. Oggi la globalizzazione è⋯

Friedrich NietzscheUn nuovo chiarimento della questione “Nietzsche e Stirner”
497% ArticoliBernd A. LaskaFilosofia
Da giovane ho incontrato una pericolosa divinità e non vorrei raccontare a nessuno ciò che allora ho provato — tanto di buono quanto di cattivo. Così ho imparato a tacere, come pure che bisogna imparare a parlare, per ben tacere, che un uomo che vuole te⋯