Non cercate di dar forma alla vostra vita come se tosaste una siepeSe un corpo particolare è destinato a compiere miracoli, accadrà. La vastità di un risvegliato è tale che, se la grazia dovesse manifestarsi in questo modo, forse non sarebbe nemmeno cosciente di esserne il veicolo. Egli non sempre sa quel che accade altrove e a volte i miracoli non li fa neanche apposta.
Questo è il potere della mente risvegliata.
Lasciate che al mondo badi il suo creatore. Lui dice: Non sono il passato né il futuro, ma neppure il presente. È tutto una mia danza che si dispiega da sé.
Potreste affermare anche voi la stessa cosa? Riuscite a vedere il mondo sotto questa luce? O non ce la fate a sollevare lo sguardo da terra perché troppo oberati dal peso del mondo? Da bambino ho visto un’immagine di Atlante, una figura della mitologia greca che si porta il mondo sulle spalle: era così curvo sotto il suo carico che non gli si vedeva neanche la faccia. Ma molti anni dopo, in India, ho visto Nataraj, Shiva che danza sul mondo; in quel momento ho esclamato: Questo sì che mi piace! Potete essere Atlante, e portarvi addosso il mondo, o Nataraj, che danza l’esistenza senza identificarsi. Non cercate di dar forma alla vostra vita come se tosaste una siepe: non potate l’esistenza, pur di plasmarla sui vostri piani. Non siate un bonsai, ma una quercia maestosa.

Crediti