Il pulsare delle cose
I fulmini che balenano nel mio corpo
non lasciano traccia nel tessuto della notte.
Durante la discesa un gregge di pecore
incrocia il mio cammino non lo seguo
e attraverso gli orizzonti.
La nebbia sale lentamente per poi dileguarsi.
Tutto è al suo posto ma è più brillante.
I raggi trafiggono la superficie dell’acqua
leggermente obliqui ma non la feriscono.
L’idea di scrittura pura è la vana ricerca
di uno specchio liscio la cui polvere
sfiora la seta del cuore.
Ogni passo che compio mi chiede
di abbandonare ogni certezza.
Se dovessimo dimorare nel passato
I nostri occhi guarderebbero sempre all’indietro.
La legna è bruciata è diventata cenere.
La cenere non conosce la legna
e la legna non ha mai conosciuto la cenere.

Crediti
 • A'isha Arna'ut •
 • Pinterest • Laura Sanders  •  •

Similari
 ⋯ Non darsi per vinto
71% Autori VariPoesie
Ho conosciuto l’amore degli uomini, ed era possessivo. Ho conosciuto la loro amicizia, ed era sfruttamento. Ho conosciuto il loro aiuto, ed era umiliazione. Ho conosciuto la pietà degli uomini, ed era degnazione. La loro protezione, ma aveva un secondo fi⋯
Egon Schiele ⋯ La polvere e il vento
43% PoesieSchiele ArtWirton Arvel
L’amore immenso, ma evanescente la vita che piano si consuma la polvere e il vento I giorni in cui sono polvere e i giorni in cui sono vento A spasso fra i sogni come il re dei mondi Vagabondo della vita a mendicare l’amore Ma oggi sono il vento che fa da⋯
Egon Schiele ⋯ Morirei sopra una lampadina accesa
26% Alda MeriniPoesieSchiele Art
Se la mia poesia mi abbandonasse come polvere o vento, se io non potessi più cantare, come polvere o vento, io cadrei a terra sconfitta trafitta forse come la farfalla e in cerca della polvere d’oro morirei sopra una lampadina accesa, se la mia poesia non⋯
 ⋯Canzone ovvia
25% Paulo FreirePoesieSocietà
Riposarmi dal molto che farò, Mentre ti attenderò. Chi attende nella pura attesa Vive un tempo di attesa vana. Per questo, mentre ti attendo Lavorerò i campi e Converserò con gli uomini Bagnerò di sudore il mio corpo, che il sole brucerà; le mie mani dive⋯
Yves Klein ⋯ Busso alla porta della pietra
23% PoesieWislawa Szymborska
Busso alla porta della pietra – Sono io, fammi entrare. Voglio venirti dentro, dare un’occhiata, respirarti come l’aria. – Vattene – dice la pietra. Sono ermeticamente chiusa. Anche fatte a pezzi saremo chiuse ermeticamente. Anche ridotte in polvere non f⋯
David Seidner ⋯ La risata non è una parola
22% A’isha Arna’utPoesie
Ha indossato la camicia, ha preso l’ombrello non ha detto parola, nemmeno io. Dopo che se n’è andato sono rimasta innanzi allo specchio ho estratto la lingua per vedere se erano rimaste impigliate delle parole. Purtroppo ho visto solo muscoli e vene. Ho r⋯