Il razzismo del ‘candore’
Il razzismo normale della modernità capitalista è un razzismo del candore.
Ciò è dovuto, perché il tipo di essere umano che richiede l’organizzazione capitalista dell’economia è caratterizzata dalla volontà di sottomettersi a un fatto determinante: che la logica dell’accumulazione di capitale domini sulla logica della vita umana concreta e da essa imporre ogni giorno la necessità di auto-sacrificarsi, una disposizione che può essere solo garantita dall’etica incarnata del candore